Teatro

Favole al telefono. Astragali porta in scena Rodari al teatro Paisiello

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Favole al telefono, la nuova produzione di teatro ragazzi di Astragali Teatro va in scena al Teatro Paisiello domenica 15 dicembre alle ore 17,30 all'interno della residenza artistica di Teatri Abitati in collaborazione con il Comune di Lecce.

Astragali Teatro porta in scena uno dei capolavori della letteratura per ragazzi dello scorso secolo, Favole al telefono di Gianni Rodari.

Il protagonista è il ragionier Bianchi, rappresentante farmaceutico in giro per l'Italia che torna a casa solo la domenica. Ogni sera, alle nove in punto, racconta una favola al telefono alla figlioletta che non riesce a dormire. Le storie sono così entusiasmanti che le centraliniste interrompono il loro lavoro per ascoltarle.

Accettando la lezione di Rodari, Astragali fa rivivere in scena le piccole grandi storie di Favole al Telefono e, tra voli fantastici, buffi personaggi e riferimenti chiari alla realtà di ogni giorno, cerca di far conoscere ai bambini il mondo a cui si stanno affacciando e dona loro la possibilità di trasformarlo, rendendolo più magico, anche solo per un attimo.

Le favole allora diventano solo la prima pagina di un libro che il bambino continuerà a scrivere con la propria fantasia e con la propria visione del mondo. Ciò che viene rivendicato è lo spazio che l'immaginazione deve avere nella vita di ciascuno e il ruolo che deve assumere nell'educazione.

Favole al telefono parla dei nostri giorni, della nostra vita quotidiana, di gente comune con i suoi problemi e con le sue ingiustizie di sempre; lo fa attraverso strani personaggi che affrontano ciò che gli accade in un modo inedito e sorprendente. Troviamo imperatori alle prese con donnette che sanno far bene la marmellata, ragazzini che vogliono andare a toccare il naso del re, semafori blu che offrono la via per arrivare al cielo, marionette che non vogliono più stare legate ai fili. E poi c'è Giovannino Perdigiorno, gran viaggiatore e famoso esploratore che gira da un paese all'altro con avventure che un po' gli capitano per caso, un po' è lui stesso a provocare.

Questo perché "ai bambini bisogna parlare delle cose d'ogni giorno, del disoccupato, dei morti di Modena, del mondo vero, non di un mondo, anzi, di un mini-mondo di convenzione". E forse sarebbe meglio vivere in "paesi senza punta" o in luoghi dove i fucili non vogliono sparare.

Favole al telefono, regia di Roberta Quarta, Antonio Palumbo, Serena Stifani, vede in scena Iula Marzulli, Manuela Mastria, Eleonice Mastria. Musiche dal vivo di Gaetano Fidanza.

Ingresso 5 euro

INFO e PRENOTAZIONI: 0832.306194/3209168440
teatro@astragali.org

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Favole al telefono. Astragali porta in scena Rodari al teatro Paisiello

LeccePrima è in caricamento