rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
L'evento / Gallipoli / Corso Roma, 86

A Gallipoli Zeromeccanico teatro presenta la terza edizione di “Babele”

Dal 7 al 17 settembre il festival multidisciplinare d’emergenza che mette insieme linguaggi artistici e di condivisione

GALLIPOLI - Un melting pot di linguaggi artistici e di condivisione. Questo è “Babele - Festival Multidisciplinare d’Emergenza”, manifestazione organizzata a Gallipoli dal 7 al 17 settembre da ZeroMeccanico Teatro, giunta quest’anno alla terza edizione, con il patrocinio del Comune di Gallipoli - Assessorato alla Cultura, promossa dal consiglio regionale della Puglia nell’ambito dell’avviso pubblico “Futura – La Puglia per la Parità”, con la collaborazione di parco Gondar e la direzione artistica di Ottavia Perrone e Francesco Cortese.

Per una settimana la Città Bella, dal centro storico agli spazi del Parco Gondar, sarà sinonimo di pluralità, possibilità, scambio e confronto.

L’arte che si esprime in un dialogo costante tra luoghi e persone, mediante una molteplicità di ricerche e sperimentazioni, inglobando la collettività e accogliendo una molteplicità di linguaggi, dal teatro alla musica e alle arti visive, attraverso spettacoli, performance, talk e mostre.

Un festival che funziona da catalizzatore culturale capace di mettere insieme artisti, pubblico e territorio, in una visione di necessità reciproca.

L’arte e la bellezza strumenti per dare vibrazioni alla città, tra spettacoli teatrali, incontri e momenti di riflessione condivisi, azioni interattive per tutte le età.

Porre le pratiche artistiche al servizio delle persone, offrire luoghi di espressione protetti, stimolare, processi socio-culturali di comunità, indagare il contemporaneo e attraversare il presente: questo e tanto altro vuole centrare Babele - Festival Multidisciplinare d’Emergenza, che all’interno della programmazione ha un focus dedicato al “femminile plurale” grazie a “Futura – La Puglia per la Parità”, Avviso pubblico promosso dal Consiglio regionale della Puglia.

Di seguito, il programma completo di Babele - Festival Multidisciplinare d’Emergenza.

Giovedì 7 settembre in Piazzetta Tellini – Ore 19 – Ingresso gratuito.

Ad aprire il Festival Steli, una produzione di Stalker Teatro. Un intervento urbano interattivo, un gioco emozionante adatto a tutto il pubblico, un'installazione/performance dal forte impatto visivo e musicale. Partendo dall’idea di “abitare” i luoghi del quotidiano, i performer con la collaborazione degli spettatori creeranno un’originale costruzione scenica, un'architettura ambientale essenziale, colorata e partecipata. Gli spettatori si ritroveranno così catturati in una sorta di happening, evento unico e irripetibile che fonde gli elementi della creazione artistica e del gioco collettivo, del rito comunitario e della festa.

Sabato 9 settembre parco Gondar – Ore 20.30 – Ingresso gratuito

“Let My Body Be!” una performance site - specific a cura di Chiasma (Roma)

Una azione corale ideata dal coreografo e artista visivo Salvo Lombardo. La performance parte dal desiderio di riposizionare i corpi e il loro farsi presenza e azione incarnata al centro della scena del mondo per ricominciare a pensare la corporeità come espressione del proprio diritto alla cittadinanza, del proprio desiderio di essere-sociale. Lo spettacolo rientra nel programma di “Futura – La Puglia per la Parità”. Nel corso della serata diversi gli spazi riservati alle mostre di arti visive. Al termine dello spettacolo seguirà dance floor.

Domenica 10 settembre al parco Gondar – Ore 20.30 – Ingresso 5 euro.

Principio Attivo Teatro porta in scena Preghiera del Mattino. Ogni mattino, nella tradizione ebraica, si ringrazia il Signore, re del mondo, per molte cose importanti. Uno di questi ringraziamenti prevede una formula diversa se a pronunciarla è un uomo o una donna. L’uomo ringrazia il Signore per non averlo fatto nascere donna, la donna abbozza, nella preghiera dice: grazie per avermi fatta nascere “secondo la tua volontà”. La donna nell’Antico testamento” spesso non ha neppure un nome e spesso subisce torti o violenze che vengono riferiti senza soffermarcisi troppo, come fatti accessori o inevitabili. Come se il messaggio, il senso alto, reclamassero qualche piccolo sacrificio, qualche piccolo torto di servizio, in nome di qualcosa di più grande e più importante, che non può avere occhi e attenzione per tutti. La serata rientra nell’ambito dell’Avviso pubblico “Futura – La Puglia per la Parità” del Consiglio regionale della Puglia.

Venerdì 15 settembre Museo Civico “Emanuele Barba” - Ingresso gratuito

Il Festival si sposta all’interno del contenitore culturale di via Antonietta De Pace.

Wonder’s Echo è un’esperienza di scoperta e conoscenza della storia delle collezioni di uno dei musei più antichi del Salento. Una stanza delle Meraviglie con uno scheletro di balenottera, oggetti vari, dipinti, volumi antichi rari e di pregio! Un percorso ricco di riferimenti, stimoli visivi e sonori, sulla storia, sui personaggi illustri e sui tanti reperti che sono custoditi nel Museo.

Dalle 19 alle 24 “L’eco della meraviglia” accompagnerà i visitatori attraverso una sonorizzazione anche in lingua inglese. Realizzata in collaborazione con 34°Fuso Aps, l’iniziativa rientra nelle attività previste dal progetto “Gallipoli. Qui dove finisce il mare e inizia la terra” finanziato dal Fondo Cultura del MiC. Info: 0833264224 museoecultura@comune.gallipoli.le.it

Sabato 16 settembre Parco Gondar – Ore 20.30 -  Ingresso gratuito

“Scopriti” è l’ultimo lavoro editoriale di Giulia Zollino, educatrice sessuale e content creator.

Un talk con l’autrice per parlare del corpo femminile, da sempre un crocevia di battaglie e rivendicazioni. Fin da piccole, alle donne viene chiesto di aderire a certi standard di bellezza, che presuppongono un corpo magro, depilato e perennemente giovane. Si insegna loro a dire sempre «sì», a essere accoglienti, accondiscendenti, accudenti, specie nei confronti dei maschi. E poi a stare composte, coperte, a non occupare spazio e a non alzare la voce. Giulia Zollino ha vissuto questa educazione, poi però, ha incontrato il femminismo ed è stato amore a prima vista. La serata continua con il Dj Set a cura di Rebecca Wilson.

Domenica 17 settembre Parco Gondar – Ore 20.30 -  Ingresso 5 euro.

Giornata di chiusura per la terza edizione di Babele - Festival Multidisciplinare d’Emergenza. Appuntamento con la prima di Mondo Sorcio, produzione ZeroMeccanico Teatro di e con Francesco Cortese. In uno scenario compresso tra video game e reality, si svolge la storia di Lorenzo, quarantenne di provincia alle prese con una vita, a suo dire, anonima e alla disperata ricerca di fama. Attraverso un dialogo serrato con una entità superiore che governa lo show, Lorenzo snocciola le contraddizioni di una intera generazione. È la storia di un riscatto atipico: giusto perché oltrepassa la sua comfort zone e si mette alla prova, sbagliato perché non ha considerato il prezzo da pagare.

Dal 9 al 17 settembre all’interno di Parco Gondar alle arti performative si mescolerà la ricerca visiva di alcuni tra i più interessanti artisti del territorio.

Sarà possibile visitare una mostra realizzata sotto la curatela di Massimo Pasca e con le opere esposte di Gabriele Benefico, Laurenji Bloom, Giulia Crastolla, Enzo De Giorgi, Marta Lagna, Massimo Pasca, Riccardo Puntillo.Info e prenotazioni: 3483819266 -zeromeccanicoteatro@gmail.com

ZeroMeccanico Teatro opera sul territorio pugliese dal 2013, con un progetto artistico fondato sul rapporto osmotico tra il materiale umano, emergente in fase laboratoriale, e la messa in scena, incavo in cui risiede il fulcro della ricerca: interrogarsi e interrogare circa le dinamiche sociali, estrarre l’essenziale e raccontarlo con un linguaggio la cui grammatica è in costante divenire.

Le principali aree di azione di ZeroMeccanico riguardano: laboratori, produzioni teatrali, festival. Da nove anni è attivo “MòVIMENTO, laboratorio teatrale permanente per bambini, ragazzi e adulti”; dal 2017 al 2020 si svolgono le rassegne indipendenti “ContaminAzioni” e “Piccole ContaminAzioni”. Nell’estate 2021, si avvia “AGORART” rassegna esperienziale per le nuove generazioni, con il sostegno del Comune di Gallipoli. Nel 2021, nasce la prima edizione di “Babele | Festival multidisciplinare d’emergenza”. Nel 2022 si struttura il progetto “Babele, linguaggi contemporanei”, un percorso per accorciare le distanze tra artisti, pubblico e spazi urbani, che si realizza attraverso Babele Off, rassegna indipendente e il Festival. Nel 2019 cura, per il Comune di Gallipoli, la direzione artistica del Gallipoli in Poesia Festival. Uno spazio particolare è dedicato a percorsi e progetti in collaborazione con le scuole in favore di bambini e ragazzi, e con enti pubblici e privati a sostegno di persone con disabilità psichica e sensoriale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Gallipoli Zeromeccanico teatro presenta la terza edizione di “Babele”

LeccePrima è in caricamento