menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Tpo Farfalle

Tpo Farfalle

Torna "Kids": dieci giorni di spettacoli, coinvolte anche periferie e borghi

Dal 28 dicembre al 7 di gennaio circa sessanta repliche per il festival del teatro e delle arti dedicato alle nuove generazioni

LECCE – Torna a Lecce “Kids”, il festival del teatro e delle arti per le nuove generazioni. La rassegna è in programma da giovedì 28 dicembre a domenica 7 gennaio e prevede circa sessante repliche di spettacoli di compagnie e attori italiani e stranieri, oltre a incontri, mostre, un focus su Roberto Anglisani, l’operazione “Robin Hood” e una  maggiore attenzione alle periferie

Il festival è organizzato da Regione Puglia (Assessorato all'Industria culturale e turistica), Teatro pubblico Pugliese, Comune di Lecce, Factory Compagnia Transadriatica e Principio Attivo Teatro in collaborazione con Manifatture Knos, Teatro Antoniano, Museo Ferroviario della Puglia, Apulia Film Commission e Cineporto di Lecce  e sarà quest’anno dedicato al tema “La città bambina”.

Kids mette al centro come sempre i bambini e le bambine, la loro capacità di reinventare i luoghi e trasformare gli spazi in cui abitiamo in una città “bambina” per pubblici di ogni età. Un auspicio anche per una città che si rinnova e fa tesoro delle esperienze e guarda il mondo con la purezza e la curiosità che solo i piccoli hanno.

Alcune tra le realtà più importanti del teatro per l'infanzia e la gioventù in Italia e in Europa si alternano nei dieci giorni di programmazione che coinvolgeranno il Teatro Paisiello, le Manifatture Knos, il Castello Carlo V, il Museo Ferroviario, il Cineporto e, novità di questa edizione, il Teatro Antoniano, la parrocchia di San Sabino (nella periferia del capoluogo salentino) e le frazioni di Frigole e Borgo Piave. E poi ancora le festose parate per le vie della città, mostre, un mercato del baratto di Fermenti Lattici, laboratori gratuiti con Francesca Randazzo, CirKnos, Bla Bla Bla, Teodor Borisov, Michele Abbondanza e Antonella Bertoni (due star della danza contemporanea italiana).

Consulta e scarica il KIDS-programma

Tanti i fili che legano la programmazione e i luoghi della città per un festival che vuole di anno in anno essere sempre più inclusivo grazie anche ai biglietti sospesi dell’operazione Robin Hood. Dopo il successo della scorsa edizione, anche quest’anno sarà possibile aderire acquistando un biglietto sospeso o una Kids card destinati a un’associazione o un istituto che si occupano di disagio nel mondo dell’infanzia che consegnerà il biglietto/card a un piccolo spettatore (info 3277372824 – 3200119048 - toniodenitto@me.com - organizzazione@principioattivoteatro.it).

“Raccontare per vivere: Roberto Anglisani, 40 anni di storie” è il titolo del focus dedicato a uno dei maestri del teatro di narrazione italiano con cinque spettacoli e un incontro. Si parte il 2 gennaio al Teatro Paisiello con La Bella e la bestia con Liliana Letterese e Andrea Lugli (ore 17 - dai 6 ai 13 anni) e Giungla con lo stesso Anglisani (ore 19 - dai 9 anni). Il 3 gennaio alle 18.30 al Teatro Antoniano spazio ad Hansel e Gretel con Liliana Letterese e Andrea Lugli (dai 6 anni). Il 4 gennaio alle 15 il maestro incontrerà artisti, operatori e spettatori nel Cinelab Bertolucci del Cineporto e alle 18.30 sarà in scena nel salone della parrocchia di San Sabino con Enidutilos O Il Brutto Anatroccolo (dai 6 anni). Ultimo appuntamento del focus venerdì 5 gennaio alle 18.30 sul palco dell’Antoniano con Il paese senza parole, liberamente ispirato a La grande fabbrica delle parole di Agnes de Lestrade con Maria Ellero e Alessandro Rossi (dai 6 annni).

La serata finale domenica 7 gennaio alle Manifattura Knos proporrà dalle 17 la fase finale del progetto Rent a movement. Perché mi presti questo gesto? di e con Elisa Cuppini del Teatro delle Briciole di Parma. Lo spettacolo è il racconto collettivo di una città sotto forma di danza. Un progetto in divenire, per sua natura mutevole, ogni volta inedito perché creato dai cittadini. Durante la prima parte, per alcune giornate del Festival, la coreografa e danzatrice accoglierà gli abitanti invitandoli a lasciarle in prestito un movimento che può attingere al passato, al presente o al futuro. I gesti raccolti, documentati in un video, diventano una partitura coreografica, a cura dell’artista. Il progetto si conclude con la restituzione del prestito: una danza collettiva e partecipata, creata dagli abitanti e messa in forma dalla danzatrice che cucirà in un vocabolario comune i singoli movimenti. In chiusura il tradizionale Kids Party con numerosi ospiti.

Biglietti e prenotazioni

Biglietti: 5,50 euro – Ingresso adulti e bambini; 6 euro - prevendita e prenotazione telefonica; 6,50 euro - vendita onlin

Kids Card: 13,50 euro - Nominale e valida per tre spettacoli

Operazione Robin Hood: regala o ricevi un biglietto gratuito per gli spettacoli di Kids. Punti vendita: Infopoint - Corso Vittorio Emanuele; Castello Carlo V: Orari - Feriali 9/19.30 - Domenica 9.30/19.30: Vigilie 9/19 – Festivi 10/13 – 17/20 oppure su www.bookingshow.it

Info e prenotazioni: 3929998105 - 3282862885 - 3403129308 - 3913729456- 3277372824 - 3281025863 – 3894755191

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento