Incantastorie, rassegna di teatro di figura

Tre appuntamenti con il teatro dei burattini targati compagnia ARTEconDITA nel teatro dell'associazione culturale LA BUSSOLA di Muro Leccese (Le)

Peppe Quasetta e Pati La Murga burattini salentini sempre in viaggio alla ricerca di fortuna racconteranno le loro avventure, di quella volta hanno incontrato il diavolo, di quella volta che il re ha chiesto il loro aiuto e di quella volta che scoprirono il segreto della torre...

Tutto avrà inizio

DOMENICA 8 marzo 2015 alle 18:30

LA FARINA DEL DIAVOLO VA TUTTA IN CRUSCA

Uno spettacolo di burattini classico dal ritmo moderno ,dinamico, in cui gli eventi si susseguono in un vortice che coinvolge e crea ilarità . I tempi comici sono dettati dalla gestualità "simbolica" e "semplice" dei burattini dove l'improvvisazione è la parte più viva del dialogo con il pubblico.

La storia è ispirata al Faust di Goethe e termina come in tutte le storie con un lieto fine che completa in bellezza il lavoro. Come nella tradizione del teatro di animazione saranno, rigorosamente, le buone azioni a premiare i nostri protagonisti.

Peppe Quasetta e Pati La Murga, smascherando il diavolo , saranno finalmente sazi di cibo e di applausi. Cala cosi il sipario tra le risate del pubblico.

DOMENICA 15 marzo 2015 alle ore 18:30

LA PRINCIPESSA CIECA

Una fiaba con una storia che insegue un canovaccio semplice ma geniale, un omaggio al grande burattinaio Mario Magonio,

La strega Malerba, in vena di malefici, escogita un piano per rendere cieca la principessa Lisetta, il Re disperato chiede aiuto ai coraggiosi Peppe e Pati. Riusciranno i nostri eroi a liberare la principessa? Ma è meglio non svelare niente …. buon divertimento!

DOMENICA 22 marzo 2015 alle ore 18:30

LA TORRE DEL SERPE

per la serie STORIE E LEGGENDE SALENTINE, la compagnia ARTEconDITA propone come ultimo appuntamento del tris uno spettacolo di burattini ed ombre in cui le due tecniche si mischiano per dar vita ora a momenti di azione ora ad atmosfere da sogno, viaggiando su un cambio di registro emozionale per tener sempre viva l'attenzione.

La storia è basata su di una leggenda salentina tramandataci dai nostri avi. I turchi solcavano i nostri mari depredando e mettendo scompiglio sulle nostre terre.

Si narra che il primo attacco a Otranto fu sventato da una serpe, che bevendo l'olio del faro fece perdere la rotta ai pirati.
Ecco perché sullo stemma della città è rappresentata una torre sulla quale scivola una serpe.
Il linguaggio, i gesti e le luci immergono lo spettatore in un mediterraneo vasto e variegato, in un mare che bagna popoli culture e tradizioni diverse.

Cento e cento e cento anni fa quando ad Otranto regnava il duca Alfonso di Aragona le giornate trascorrevano tranquille. Tutte le sere il faro segnava la rotta ai naviganti del mediterraneo ,
ma una notte…

INFO: associazione culturale LA BUSSOLA 0836/341413 info@labussolamuro.it

compagnia ARTEconDITA 328/6178251 - 335/1497588 artecondita@libero.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Pranzo e cena in agriturismo

    • Gratis
    • dal 20 febbraio al 31 ottobre 2020
    • agriturismo santa chiara
  • “Clown”: la mostra di Franco Baldassarre

    • dal 20 giugno al 30 settembre 2020
    • Castello Aragonese
  • Cena in un agriturismo salentino

    • Gratis
    • dal 19 giugno al 30 settembre 2020
    • agriturismo santa chiara
  • La mostra di Gianni Berengo Gardin a Otranto

    • dal 16 luglio 2020 al 20 novembre 2021
    • Castello Aragonese
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    LeccePrima è in caricamento