"Io che amo solo te". Le voci di Genova di Serena Spedicato e Osvaldo Piliego

  • Dove
    Museo Castromediano
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 04/03/2020 al 04/03/2020
    20:30
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni

Mercoledì 4 marzo (ore 20:30 - ingresso libero) il Museo Castromediano di Lecce ospiterà, in anteprima, "Io che amo solo te. Le voci di Genova", un progetto originale di Serena Spedicato e dello scrittore Osvaldo Piliego.

La cantante leccese, per l'occasione anche voce narrante, accompagnata da Giuseppe Magagnino (piano, arrangiamenti) e Emanuele Coluccia (fiati), ripercorre la vita e le canzoni dei cantautori genovesi dagli anni ’50 sino a oggi. Intellettuali prima che cantanti, alternativi nei valori e negli stili, si ispiravano al jazz, alla filosofia esistenzialista e ai grandi chansonnier francesi.

Dopo una breve introduzione di Donato Zoppo, giornalista, scrittore e conduttore radiofonico, Serena Spedicato, con la sua voce dal timbro originale e affascinante, interpreterà alcuni celebri brani di Fabrizio De André, Luigi Tenco, Gino Paoli, Sergio Endrigo, Umberto Bindi, Bruno Lauzi, Ivano Fossati. Le canzoni sono intervallate dai testi originali dello scrittore Osvaldo Piliego con aneddoti, cenni biografici, analisi linguistiche e del contesto storico e sociale.

La serata è promossa in collaborazione con Coolclub e Polo Biblio-Museale di Lecce (Regione Puglia - Assessorato all’industria turistica e culturale).

"Poche strade, un gruppo di amici e una manciata di anni consegnati all’eternità. La storia dona il nome alle cose. La chiamano “Scuola” anche se a me piace chiamarla magia o un gioco piuttosto del destino fortunato che ha voluto l'incontro di tanta bellezza in così pochi metri", scrive Piliego. "A poche ore dalla Francia e affacciata sul mare. L'eco dell'America  sui dischi jazz che attraccavano con le navi e il sussurro degli chansonnier poco dopo il confine. Questo è forse il segreto di Genova. O forse non lo scopriremo mai", prosegue. "Questo concerto è la mia dichiarazione la mia piccola serenata a un città e a un tempo del cuore il  mio e quello di tanti che in queste note e in queste parole hanno imparato l'amore".

Serena Spedicato è una cantante eclettica che esprime la sua creatività in percorsi musicali variegati, ma sempre raffinati. Diplomata in Canto Jazz al Conservatorio Tito Schipa di Lecce, nel corso degli anni ha seguito corsi e masterclass con, tra gli altri, Gianna Montecalvo, Lucilla Galeazzi, Cinzia Spata, Tuck and Patty, Alberto Mandarini (Orchestra Conduction), Jonathan Kreisberg. Autrice e compositrice, ha all’attivo un’intensa attività concertistica con numerose formazioni di estrazione jazz, corale, polifonico. Dopo “My Waits, Tom Waits Songbook”, disco del 2012 dedicato al cantautore americano, registrato con Gianni Iorio, Pierluigi Balducci, Antonio Tosques e Pierluigi Villani, nel 2019, sempre con l’etichetta Dodicilune, esce “The Shining of Things. Dedicated to David Sylvian”, progetto firmato con il pianista Nicola Andrioli, autore degli arrangiamenti originali, e arricchito dal trombettista scandinavo Kalevi Louhivuori e dal percussionista Michele Rabbia.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • I concerti de Lu Mbroia di Corigliano D'Otranto

    • dal 3 al 10 luglio 2020
    • Associazione Art&Lab Lu Mbroia
  • Mino De Santis presenta Sassidacqua a Nardò

    • 9 luglio 2020
    • Masseria Torrenova
  • Piano Piano Festival: al via la nuova edizione

    • dal 10 al 18 luglio 2020

I più visti

  • Io mi alleno a casa con Agnese: l'evento su youtube

    • Gratis
    • dal 29 marzo al 31 luglio 2020
    • https://www.youtube.com/channel/UCv6hS1gY1EEtLJCGzoO8zGg
  • “Clown”: la mostra di Franco Baldassarre

    • dal 20 giugno al 30 settembre 2020
    • Castello Aragonese
  • La mostra di Pietro Guida al Castello di Copertino

    • dal 14 luglio al 19 settembre 2020
    • Castello di Copertino
  • Impazza la moda degli "spupazzi"

    • Gratis
    • dal 9 giugno al 11 agosto 2020
    • Gli Spupazzi
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    LeccePrima è in caricamento