Mario Perrotta: doppio appuntamento a Ruffano

ODV Kairòs presenta
Italiani Cìncali! e La Turnàta
Di e con Mario Perrotta
Nuova edizione della Rassegna Teatrale Kairòs
Sabato 26 e domenica 27 ottobre, Sala Teatro “Renata Fonte”, Ruffano

Dopo gli spettacoli estivi, ritorna la rassegna teatrale organizzata dall’associazione ODV Kairòs, con due spettacoli che ricadono nel progetto Viggio nella storia per capire il presente e indirizzare il futuro, realizzato con il sostegno dalla Regione Puglia nell’ambito del Programma Straordinario 2018 in materia di cultura e spettacolo, Azione2.

Doppio appuntamento, sabato 26 e domenica 27 ottobre, con Italiani Cìncali e La Turnàta, di e con Mario Perrotta, in scena presso la Sala Teatro Renata Fonte di Ruffano.

Italiani Cìncali! di Nicola Bonazzi e Mario Perrotta, interpretato e diretto da Mario Perrotta, è il primo dei due spettacoli del progetto elaborato dal Teatro dell’Argine sull’emigrazione italiana verso il nord - Europa nel secondo dopoguerra. Emigranti considerati di “scarto” rispetto a quelli che se ne partirono per l’America o per il nord Italia perché «lì si andava per restare, mentre chi veniva “arruolato” in Svizzera, in Germania o in Belgio si trovava nella condizione di eterno stagionale».

Il monologo, interpretato e diretto da Mario Perrotta, anche autore del testo con Nicola Bonazzi, è dedicato in particolare alla situazione dei minatori italiani in Belgio. Sulle storie di questi esuli perenni, zingari della memoria, senza una terra da chiamare “casa”, si basa questo intreccio di testimonianze e memorie.

Lo spettacolo, con le voci amichevolmente registrate da Peppe Barra, Ferdinando Bruni, Ascanio Celestini, Laura Curino, Elio De Capitani, è dedicato al minatore Lucio Parrotto ed è stato finalista ai PREMI UBU 2004 nella categoria Migliore Drammaturgia.

La Turnàta, è la parte seconda di Italiani Cìncali! Chiudere una vita passata all’estero in un camion – armadio, letti, corredo, servizi di piatti, pentole, quadri, foto, lettere, lettere di licenziamento, di assunzione, passaporto, conto in banca, cassa malattia, viaggi in treno, compagni di viaggio, amici, nemici, mangianastri, mangiadischi, dischi italiani, ricordi, belli, brutti, la Germania, il Belgio, la Svizzera, cìncali, umiliazioni, riscatti, la prima macchina, la seconda… – e guardarlo partire quel camion. E poi accendere la macchina e seguirlo.

Passare la frontiera. Arrivare sino a Bologna dove finisce l’autostrada. Arrivare nel Salento dove finisce l’asfalto. Arrivare a casa dove finisce tutto. Allora vuole dire che ti sei sistemato…

Costo biglietto: 10 euro per spettacolo
Per informazioni: tel 328.2233833// 347.2485922 //

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Laboratorio teatro e benessere

    • dal 30 settembre 2020 al 30 maggio 2021
    • Centro sociale viale Roma
  • Laboratorio teatro e crescita personale

    • dal 15 ottobre 2020 al 27 maggio 2021
    • We Lab
  • Il Re che aveva paura del buio

    • 24 gennaio 2021
    • Piattaforma Zoom

I più visti

  • La mostra di Gianni Berengo Gardin a Otranto

    • dal 16 luglio 2020 al 20 novembre 2021
    • Castello Aragonese
  • La “Fòcara” di Novoli in esclusiva su Antenna Sud

    • solo domani
    • Gratis
    • 16 gennaio 2021
  • Dialogare a distanza: ciclo di incontri promosso da Storie cucite a mano

    • dal 5 dicembre 2020 al 18 gennaio 2021
    • Online
  • "I giorni dell'ombra. Diario degli occhi disarmanti"

    • dal 13 al 20 gennaio 2021
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    LeccePrima è in caricamento