"Cuori imperfetti", lo spettacolo di Rosaria Ricchiuto in scena a Matino

Martedì 19 aprile, alle ore 20.30 a Matino, nella splendida cornice del palazzo della Cultura in piazza Umberto I, si svolgerà lo spettacolo teatrale "Cuori imperfetti. Anche oggi non si vola" con un omaggio ad Edoardo De Candia, a cura della compagnia Teatro Solatia. Testo e regia di Rosaria Ricchiuto. Nell’ambito del progetto Colpi di genio 2014 della Provincia di Lecce, in collaborazione con il Comune di Poggiardo. L'attrice protagonista è Rosaria Ricchiuto, con la partecipazione di Caterina Rizzelli, Day Ele Pizzicato, Marilena Martina.

È la storia di una ragazzina "inadeguata" che soffre terribilmente questa sua "inadeguatezza" anche e soprattutto a causa del rapporto conflittuale con la madre, una donna bellissima ma tanto conformista e ingoiata dalla "bella società", dall'apparenza, dell'estetica, dalla continua ricerca del bello. Una madre che la vorrebbe "meno grassa", "meno imbranata", più socievole, più simile alla sorella che invece incarna la perfezione.

Grassa e brutta per i compagni di scuola che la deridono e le lanciano "coltellate di nomignoli e insulti" mentre lei attraversa quel corridoio ogni giorno più lungo. La ragazzina sfoga le sue insicurezze nel cibo, mangiando di tutto, in modo convulsivo, fino ad ammalarsi di bulimia. Sarà l'amore a salvarla, a restituirla al mondo, l'amore di un "ragazzino della terza", è l'unico ad accorgersi di lei, l'unico capace di "vederla". Una "pecora nera" anche lui. Un isolato. Un "Inadeguato" come lei.

Durante lo spettacolo ci sarà un omaggio all'artista salentino Edoardo De Candia, un momento magico durante il quale la ragazzina racconterà di aver incontrato quell'uomo, quel "vichingo coi capelli lunghi" sulla spiaggia di San Cataldo. 

Molto suggestive le coreografie curate dalla ballerina Marilena Martina e la pizzica ballata da Caterina Rizzelli al suono del tamburello di Dayele Pizzicato. Nell'epilogo sarà una triste malattia a far scoprire sul volto della madre quel "filo di tenerezza" che solo la "dimenticanza dell'Alzheimer" ha potuto disegnare. Madre e figlia si ritrovano, anche se la prima non riconosce la seconda: "Come è gentile lei signorina. Come si chiama?". Un sorriso, una carezza, un gesto leggero, una parola cosi tanto attesa.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • "Un delitto stellare" a Santa Maria di Leuca

    • 26 settembre 2020
    • Albergo 2 Mari
  • "Un viaggio nel tempo" al Parco di Rudiae

    • 18 settembre 2020
    • Parco Archeologico di Rudiae
  • Nuovi incontri web su Gotomeeting per Taotor di Astragali Teatro

    • fino a domani
    • dal 12 giugno al 17 settembre 2020
    • Astragali Teatro

I più visti

  • “Clown”: la mostra di Franco Baldassarre

    • dal 20 giugno al 30 settembre 2020
    • Castello Aragonese
  • Pranzo e cena in agriturismo

    • Gratis
    • dal 20 febbraio al 31 ottobre 2020
    • agriturismo santa chiara
  • La mostra di Pietro Guida al Castello di Copertino

    • dal 14 luglio al 19 settembre 2020
    • Castello di Copertino
  • Cena in un agriturismo salentino

    • Gratis
    • dal 19 giugno al 30 settembre 2020
    • agriturismo santa chiara
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    LeccePrima è in caricamento