Pitùr e i dialoghi intorno alla differenza

Mario Perrotta porta al Teatro Pasiello, per la stagione di prosa 2014/2015 del Comune di Lecce, giovedì 2 aprile alle 21 PITÙR il secondo movimento del Progetto Ligabue. Dopo aver lavorato sull'uomo Ligabue nel primo spettacolo, ora il focus è sull'artista e il suo paesaggio interiore, alla ricerca di quel corto circuito che avvenne nella vita di Antonio Ligabue, quando le linee verticali delle montagne svizzere vennero a contatto con le linee orizzontali delle pianure padane, generando nell'anima un contrasto esplosivo continuamente denunciato dal pittore nei suoi dipinti. Sullo sfondo l'Italia degli anni a cavallo tra la seconda guerra mondiale e il boom economico, anni in cui esplodevano i maestri del neorealismo così come i Modugno e i Celentano, mentre Antonio Ligabue dipingeva isolato in un bosco e intorno a lui si agitava un mondo contadino in bilico tra l'Ottocento e la Seicento da comprare a rate.

Si partirà dalla marginalità in cui visse Antonio Ligabue per discutere giovedì 2 aprile alle 12 presso la libreria Liberrima (Le) con Mario Perrotta e l'Assessore Luigi Coclite intonro al tema della marginalità e della differenza grazie anche all'ausilio di un'interprete Lis. Come sa l'arte raccontare la differenza? E cosa fanno le istituzioni per accoglierla? L'iniziativa è curata da Calliope Comunicare Cultura e l'associazione di promozione sociale Poiesis,si realizza grazie alla collaborazione con l'Ens Lecce e rientra nelle attività di promozione della rete AR.T.eS - ARtisti, Teatri E Spettatori theatre network for audience development, nell'ambito del progetto strategico I.C.E. del Teatro Pubblico Pugliese, per la stagione di prosa del Comune di Nardò (Le). Un iniziativa che rientre in un più ampio progetto di promozione che coinvolge i teatri comunali di Aradeo, Lecce, Melendugno e Nardò appartenenti alla rete AR.T.eS - ARtisti, Teatri E Spettatori theatre network for audience development, per i quali è infatti prevista un'azione promozionale specifica. Tale progetto si propone di coinvolgere proprio quelle categorie di pubblico che, a causa di disabilità, differenza o disagio, non possono partecipare con costanza e facilità agli eventi delle stagioni di prosa. Il progetto, nel complesso, prevede il servizio di interpretariato Lis per dare la possibilità anche ai non udenti di poter prendere parte ad uno degli incontri tra artisti e pubblico organizzati da Astragali Teatro al Teatro Paisiello di Lecce; un'azione promozionale pensata per il Teatro Domenico Modugno di Aradeo sarà destinata ad un pubblico portatore di handicap; ed anche i bambini saranno i destinatari di un'azione promozionale, di nuovo al Teatro Comunale di Nardò i quali, attraverso una special card, potranno invitare a teatro per la festa finale il proprio miglior amico.

Queste azioni saranno promosse sui social attraverso l'hastag #NONVIVOPIUSENZATEatro che ne riprende la finalità principale: far si che questi nuovi pubblici, una volta presa l'abitudine di andare a teatro possano non viver più senza.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • La mostra di Gianni Berengo Gardin a Otranto

    • dal 16 luglio 2020 al 20 novembre 2021
    • Castello Aragonese
  • Racconto la mia disabilità: il libro di Cristina Mariano

    • fino a domani
    • dal 5 al 25 gennaio 2021
  • Laboratorio teatro e benessere

    • dal 30 settembre 2020 al 30 maggio 2021
    • Centro sociale viale Roma
  • “Navigare a vista”: il nuovo singolo dei Salento All Stars

    • dal 15 al 31 gennaio 2021
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    LeccePrima è in caricamento