Martedì, 15 Giugno 2021
Teatro

Stagione teatrale al Paisiello. Il programma fino a maggio con tutti gli spettacoli

Nove gli appuntamenti con la prosa: torna l'acclamato "Dignità autonome di prostituzione", ma c'è anche il salentino Mario Perrotta, premio Ubu 2013. Mercoledì 11 febbraio in scena "L'onorevole" di Sciascia. Spazio anche all'improvvisazione e la riproposta di "Teatro a 99 centesimi"

Una foto dello spettacolo "La bisbetica domata".

LECCE - Al via la stagione teatrale 2015 del Comune di Lecce, organizzata in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese, serate previste al Teatro Paisiello con orario di sipario alle 21. Per la prosa sono in cartellone nove spettacoli tra cui spicca la presenza di Emma Dante (Premo UBU in stagione nel 2015 in Puglia solo a Lecce e Bari), il ritorno di “Dignità autonome” per il terzo anno consecutivo, e quello di Mario Perrotta, premio UBU 2013 per “Un bès”, in questo caso a Lecce con il secondo movimento del progetto su Ligabue (Pitùr).

Poi spazio alla rassegna “Improvviva”, la rassegna di improvvisazione teatrale giunta al quinto anno, a cura di Improvvisart, e la riproposta di Teatro a 99 centesimi. Un cartellone che racconta grandi autori, da Sciascia con Enzo Vetrano e Stefano Randisi che aprono la stagione mercoledì 11, allo Shakespeare di Tonio De Nitto (La bisbetica domata), invita a sorridere con il Comico (Lucia Vasini e Antonio Cornacchione), e propone in fuori abbonamento una installazione al Castello Carlo V, in fuori abbonamento a marzo (12Parole7pentimenti, Officina Orsi, Rubidori Manshaft), anche l’ultimo lavoro del giudice Salvatore Cosentino, teatro-canzone sulla condizione femminile.

Si comincia dunque la prossima settimana, mercoledì 11 febbraio, con un testo di Leonardo Sciascia “L’onorevole” che, con intrigante ironia, racconta come l’ascesa politica di un onesto professore di lettere possa diventare un’ineluttabile ma pacifica, perfino brillante, caduta morale. Al professor Frangipane viene proposto di candidarsi alle elezioni politiche per la sua rettitudine e, dopo una lunga titubanza egli accetta. Da lì l’inizio di una carriera politica inarrestabile, che lo porta a conquistare un potere sempre più autorevole, a muoversi tra agi e lusso, ma anche a scendere a compromessi sempre più miseri e a stringere loschi accordi con personaggi malavitosi. Il testo dello scrittore siciliano, adattato e diretto da Enzo Vetrano e Stefano Randisi, anche in scena, in compagnia di Laura Marinoni.

Consulta e scarica il programma completo della Stagione_teatrale

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stagione teatrale al Paisiello. Il programma fino a maggio con tutti gli spettacoli

LeccePrima è in caricamento