Zero a zero: sproloquio sulle differenze di genere

Biblioteca M.Paiano
TEATRO ESSENZA
STAGIONE DI PROSA
ANNO QUARTO 2017.18

23 marzo 2018 ore 20.45
Daniela Baldassarra
ZERO A ZERO
sproloquio sulle differenze di genere

Tematica centrale delle opere di Daniela Baldassarra è la donna, in particolar modo i suoi lavori accendono i riflettori sul tema della violenza di genere. Violenza non intesa solo come violenza sessuale, ma scandagliata e raccontata in tutte le sue molteplici sfaccettature. “Zero a Zero” è un monologo, anzi uno ‘sproloquio’ che ci racconta le donne e il loro universo.

Con un linguaggio diretto, ironico e tagliente, la protagonista racconta la sua storia: da moglie illusa e poi delusa, a casalinga frustrata, a madre mancata, a single impertinente alla ricerca del suo riscatto, a femme fatale. Co-protagonisti ovviamente gli uomini, con le loro manie, i pregiudizi, i tic e le fissazioni.

Uomini che non riescono più ad essere eroi romantici, ma che riversano tutte le loro insicurezze nel rapporto di coppia. Donne e uomini spesso insopportabili, eppure indispensabili gli uni agli altri.

E’ infatti proprio all’idea di completezza, di complementarietà e di amore che punta la morale più profonda di questo spettacolo. Dopo un percorso brillante e irriverente, la protagonista, con delicatezza ed emozione, ci condurrà, in punta di piedi, nelle stanze più segrete del suo cuore, raccontandoci storie che all’improvviso diventano universali, e che quindi appartengono a tutti noi.

Allo spettatore la libertà di guardare alla Donna con occhi diversi, o di restare intrappolato nei cliché che la società troppo spesso propone e impone.

“L’ironia - spiega l’autrice - è un mezzo di comunicazione potentissimo, perché ci mette di fronte ad uno specchio con leggerezza, e di conseguenza non ci spaventiamo nel guardare dritti in faccia i nostri limiti e le nostre mediocrità. Sorridere, ridere di noi stessi è l’anticamera di un processo di catarsi, per chi, ovviamente, ha voglia di mettersi in gioco. Passare poi dal sorriso ad un’emozione più intima, serve a capire chi vogliamo essere e quanto abbiamo bisogno degli altri”

Zero a zero è il risultato di una partita non giocata tra uomini e donne, o giocata male, in cui nessuno risulta vincitore, in cui nessuno esulta, in cui nessuno porta a casa il risultato. Perché quando ci sono ostilità e indifferenza nei rapporti, si è tutti perdenti.

Daniela Baldassarra, scrittrice, drammaturga e monologhista comica pugliese.
Nel 2002 la svolta: l'incontro a Parigi con Jean-Jacques Varoujean, autore e regista teatrale di origine armena, con il quale si forma e al quale dedica il primo libro “Un uomo, una storia”, edito nel 2005. Nel 2006 pubblica il romanzo “Nessuno è la mia stella”, nel 2007 il saggio “In viaggio con Lucifero” e nel 2013 la raccolta di racconti “A piedi nudi su una nuvola di plexiglass”.

Autrice di racconti e testi teatrali, dal 2004 ha ricevuto 44 riconoscimenti letterari sia a livello nazionale che internazionale. Le sue opere teatrali (Cliché, E donna sarai, Libellule senza ali, Solitudini, Non si muore quasi mai, Zero a Zero, Nei nostri panni, Paolo & Francesca_ipotesi semiseria, La principessa scalza) sono state portate in scena in diverse città italiane.

Nel 2010 le viene conferito il Premio internazionale "Giuseppe Sciacca" per la letteratura.
Dal 2011 al 2014 periodicamente ha condotto dei laboratori teatrali per ragazzi in Inghilterra e in Irlanda, con realizzazione finale degli spettacoli “Masks” e "Stereotypes" (adattamento ludico del suo testo drammatico IOD - Vincitore nel 2008 del Premio di drammaturgia nazionale G. Bardesono).
Nel 2012 ha ideato in Puglia la Giornata Regionale contro le solitudini, istituita ufficialmente da Regione Puglia e Giraffa Onlus il 25 settembre.

Autrice e attrice protagonista della webserie “Palla al centro” (2015) sulle differenze di genere.
Dal 2014 costantemente in scena con i suoi monologhi comici “Zero a Zero”, “Nei nostri panni”, “Paolo & Francesca_ipotesi semiseria” e “La principessa scalza”.
Attraverso la sua scrittura, che spazia dal drammatico al genere brillante, veicola importanti tematiche sociali e mette a nudo la solitudine e l'incomunicabilità umana

BIBLIOTECA M. PAIANO - Via Asilo Infantile n.38 Vignacastrisi

Costo Biglietto €7 posto unico (comprensivo di degustazione)
Al termine dello spettacolo degustazione di carne di qualità Or.Vi. accompagnata da vini doc del territorio.

Info e prenotazioni:
Compagnia Salvatore Della Villa 327.9860420
salvatoredellavilla.teatro@gmail.com
FB Biblioteca Maria Paiano
FB Compagnia Salvatore Della Villa

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Laboratorio teatro e benessere

    • dal 30 settembre 2020 al 30 maggio 2021
    • Centro sociale viale Roma
  • Laboratorio teatro e crescita personale

    • dal 15 ottobre 2020 al 27 maggio 2021
    • We Lab
  • Giovani artisti per la residenza Danzare la terra

    • Gratis
    • dal 17 al 30 maggio 2021
    • Centro Culturale Ex Macello

I più visti

  • "Otràntu": il videoclip di Anna Sabato

    • Gratis
    • dal 5 aprile al 31 dicembre 2021
    • https://youtu.be/lNJwqaGv7tA
  • La mostra di Gianni Berengo Gardin a Otranto

    • dal 16 luglio 2020 al 20 novembre 2021
    • Castello Aragonese
  • “I mestieri del cinema” nell’Istituto Tecnico Antonietta De Pace

    • Gratis
    • dal 1 marzo al 28 maggio 2021
    • Istituto Tecnico Professionale Antonietta De Pace
  • Laboratorio teatro e benessere

    • dal 30 settembre 2020 al 30 maggio 2021
    • Centro sociale viale Roma
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    LeccePrima è in caricamento