Domenica, 25 Luglio 2021
Eventi

Terzapagina. Quarta edizione della rassegna “Mff” dedicata alla fotografia

A Lecce, ha aperto le porte ieri la manifestazione di mostre fotografiche diffuse: un'iniziativa che nasce per sostenere e promuovere la cultura di questa forma artistica. Diversi gli spazi a disposizione per accogliere gli scatti

Scatto di Tony Gentile

LECCE – Ha preso il via la quarta edizione del Mediterraneo Foto Festival, la rassegna di mostre fotografiche diffuse che si svolge presso l’Ex Convento dei Teatini, le Officine Cantelmo e Palazzo Turrisi a Lecce dal 5 al 20 gennaio. Ieri sera l’attesa inaugurazione, con la presentazione dei progetti fotografici a cura di Camera 21 (Roma): “In&Out” – “Femminile Plurale” – “Di Lei”; a seguire verrà presentato il libro di Manuela De Leonardis “A tu per tu con i grandi fotografi" (edizioni Postcart).

A seguire l’incontro con Tony Gentile, noto autore delle celebri immagini che ritraggono Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, che ha presentato la sua mostra “Agenda, cose da fare”, curata da Simona Filippini per Camera 21.

Mediterraneo Foto Festival nasce per sostenere e promuovere la cultura fotografica, trovare una nuova valvola di creatività tra le molteplici righe della comunicazione, un modo per accomunare negli stessi intenti gli abitanti dell’universo parallelo della fotografia. Tema portante scelto per la quarta edizione è “il cammino”, metafora della vita, l’atto del Camminare presuppone la sequenza faticosa di passi e di tappe, è percorso quando si fonde con la strada che si batte. Il cammino è quello di ogni uomo, solitario e consistente, introspettivo e morale; collettivo e manifestato, oggetto di una scelta consapevole, intrecciato alle sorprese della sorte.

Nel cammino il corpo diviene veicolo di conoscenza e di scoperta, i sensi sono l’istinto della direzione. Il cammino è anche quello che si cerca, cammino è ricerca di una meta. E’ un viaggio pensato e più lungo, una direzione diritta o curvilinea. In cammino è nata la civiltà, alla ricerca della terra migliore, alla ricerca degli elementi, dell’acqua; in cammino è nata la filosofia, in cammino nasce l’ispirazione, la fede, l’amore. E’ una fase che spesso non porta movimento, ma solo deviazione temporanea.

Il cammino è quello della fede, a piedi scalzi, è quello del viaggiatore, ma anche quello del viandante, del vagabondo, del migrante, dell’uomo che si è perso, al chiuso di un carcere, è ricerca di legalità, è il rumore della rivolta e della protesta; della meditazione, dell’anima, della volontà; cammino è la sostenibilità lenta dei piedi, che aiuta la conoscenza. Il cammino porta con sé il valore grave della fatica, fisica o morale, del risultato guadagnato, è racconto che semina intreccio. Il cammino è il viaggio, è passeggiare, è l’evoluzione, è il movimento, è l’azione, l’abbandono, la partenza e l’arrivo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terzapagina. Quarta edizione della rassegna “Mff” dedicata alla fotografia

LeccePrima è in caricamento