Martedì, 15 Giugno 2021
Eventi

A 50 anni dalla morte a New York: al via le celebrazioni per Tito Schipa nella città natale

Il tenore nato a Lecce nel 1888 morì sulla East Coast nel 1965. Nell'ambito di "Lecce capitale italiana della cultura 2015" sono state allestite delle iniziative: tra queste uno sceneggiato radiofonico realizzato da Radio Uno, con la regia del figlio

Tito Schipa.

LECCE – Il 16 dicembre del 1965 moriva a New York Tito Schipa, nato a Lecce nel 1888 e affermatosi in tutto il mondo come un tenore di primissimo livello.

Dalla metà degli anni ’20 e per i due decenni successivi è stato considerato insieme a Beniamino Gigli il degno successore di Enrico Caruso e la sua carriera si è protratta per oltre mezzo secolo.

Negli ultimi anni la sua storia è stata pienamente recuperata al patrimonio cittadino e ogni giorno, alle 12, dal megafono di Palazzo Carafa si diffonde la voce dell’artista: una sorpresa per i turisti, oramai un’abitudine per i leccesi.

Mercoledì 9 dicembre la sua città natale dà il via alle celebrazioni per il cinquantenario della morte. Si parte il 9 dicembre, giovedì, alle 18.30 al Must con la riproposizione di uno sceneggiato radiofonico sulla vita del tenore.

Al via a Lecce le celebrazioni per il Cinquantenario della morte di Tito Schipa. Si comincia mercoledì 9 dicembre, alle ore 18, al Must con  la riproposizione di uno sceneggiato radiofonico sulla vita del grande tenore leccese. Gli incontri andranno avanti fino a lunedì 14 con le puntate realizzate da Radio Uno negli anni ’90 con 60 attori, leccesi e internazionali e l’orchestra “Tito Schipa” di Lecce diretta da Ottavio Ziino. Sceneggiatura e regia sono di Tito Schipa junior.

Le puntate sono ora audio-video - sono state aggiunte moltissime immagini rare provenienti dall’archivio Schipa-Carluccio - e saranno proiettate a partire dalle ore 18, due puntate al giorno e tre nel giorno finale (ingresso libero). Nello stesso museo storico sarà allestita una mostra con alcuni abiti di scena e cimeli appartenuti al tenore.

Il 15 dicembre kermesse Schipa al teatro Paisiello (ingresso libero). Alle 18 ed alle 22.30 ci sarà la proiezione del film-opera-rock “Orfero 9” di Schipa jr nella versione restaurata e rinsonorizzata dal giovane film-maker Ermanno Manzetti, con presentazione del triplo dvd prodotto di recente dall’Associazione Culturale Tito Schipa. Alle 21 la conferenza-spettacolo di Schipa Jr. sulla figura e sull’arte del padre, con documenti audio e video rari o inediti.

Il 16 dicembre alle 20.30 serata di gala al teatro Politeama Greco (in collaborazione con la Quarantaseiesima Stagione lirica della Provincia di Lecce) con la presenza del grande baritono Leo Nucci, che nella prima parte - presentata da Sabino Lenoci, direttore della rivista “L’Opera” -  riceverà il Premio Schipa e terrà un recital accompagnato dal pianista Ekland Hasa. Nella seconda parte ci sarà lo spettacolo “Recital CanTANGO: il tango da Schipa a Gardel” di e con il celebre tenore Fabio Armiliato e con l’acclamato soprano Daniela Dessi’ (ingresso a pagamento).  

Le celebrazioni sono promosse dal Comune di Lecce nell’ambito delle iniziative per “Lecce capitale italiana della cultura 2015” e coordinate dall’Associazione Nireo in collaborazione con Provincia di Lecce, Associazione Amici della Lirica “Tito Schipa”, Archivio Schipa Carluccio, Conservatorio Tito Schipa, Festival del XVIII secolo, Accademia operistica internazionale, Teatro Politeama Greco e Vestas Hotels & Resorts.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A 50 anni dalla morte a New York: al via le celebrazioni per Tito Schipa nella città natale

LeccePrima è in caricamento