Tradizionale appuntamento con le focareddhe di Sant’Antonio

Questa sera a Sannicola, si ripropone la tradizione “familiare” con gruppi spontanei, che si riuniscono intorno ad ardenti fascine che spuntano in vari angoli del paese. Soddisfatto l’assessore Cataldi: “L’identità è salva”

SANNICOLA - Gruppi spontanei di amici, vicini di casa e semplici passanti si riuniscono intorno ad ardenti fascine che spuntano in vari angoli del paese. Il fuoco cuoce salsicce e ‘mboti di agnello, accompagnati da panzarotti fumanti di fritto, cicorie e finocchi che sanno di anice e terra.

Il fuoco riscalda e sollazza insieme al vino schietto e sincero del contadino. Tamburelli e chitarre si incontrano casualmente e nascono stornelli e brindisi in rima. È il clima della tradizionale “focareddha”. Ognuna di esse diventa una festa.

focareddhe-3“Senza fondazioni – spiega l’assessore al marketing territoriale, Mimmo Cataldi -, senza musica house, senza micce tecnologiche, senza luci della ribalta ad ogni costo, senza progetti complessi. L’identità è salva, anche quest’anno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

  • Tentano rapina a commercialista al rientro a casa. Reagisce e fuggono

Torna su
LeccePrima è in caricamento