Giovedì, 23 Settembre 2021
Eventi

"Tu, piccolo Iddio": e la lirica torna nell'anfiteatro

Dopo 40 anni la lirica torna nell'anfiteatro romano di Lecce. Il 22 luglio il cartellone estivo della Provincia aprirà alla musica colta ma con un'opera fruibile a tutti: "Madama Butterfly" di Puccini

Dopo quasi 40 anni la lirica torna nell'anfiteatro romano. Il suggestivo monumento nel cuore di Lecce antica che il 22 luglio aprirà alla musica colta ma con un'opera fruibile a tutti: Madama Butterfly di Giacomo Puccini. Che inaugura la Stagione lirica e sinfonica estiva organizzata da Provincia di Lecce, ministero per i Beni e le attività culturali e Fondazione Ico Tito Schipa, sotto la direzione artistica di Filippo Zigante. L'opera sarà poi replicata il 24 luglio a Otranto, fossato del Castello, e a Galatina, in piazza San Pietro. Per quel che riguarda i concerti lirici dell'Orchestra della Fondazione Ico Tito Schipa, il cartellone prevede 5 produzioni concertistico vocali su musiche di Bellini, Doninzetti, Giordano, Ma scagni, Puccini e Verdi il 27 luglio a Salice Salentino (piazza Plebiscito), il 28 a Cutrofiano (piazza Cavallotti), il 29 a Tuglie (piazza Garibaldi), il 30 a Galantina (piazza San Pietro) e il 31 luglio a San Cesario (piazza Garaibaldi).


La Stagione lirica e sinfonica- estate 2008 è stata presentata questa mattina nel foyer del Teatro di tradizione Politeama Greco di Lecce. All'incontro hanno preso parte il presidente della Provincia Giovanni Pellegrino, il direttore artistico della Stagione Filippo Zigante, il responsabile del servizio Cultura della Provincia Antonio Cassiano e il direttore amministrativo della Fondazione Ico Tito Schipa Grazia Manni. "L'anfiteatro di Lecce mi richiama la memoria a lontani vissuti - ha detto Pellegrino - quando ancora ragazzo ebbe modi di ascoltare dalla finestra del palazzo dei miei zii in piazza Sant'Oronzo l'opera 'L'amico Fritz'. Sono passati forse 40 anni da allora e oggi è un piacere vedere l'opera scendere di nuovo in piazza. La Provincia di Lecce - ha proseguito - va così incontro a una domanda che c'è di consumi culturali. E poi siamo contenti che l'orchestra della Provincia, tra Lirica e Sinfonica, lavora praticamente 17 giorni in più. Spero - ha concluso il presidente della Provincia - che sia apprezzato lo sforzo dell'Ente che porta la lirica fuori dai teatri per destinarla alle piazze. Ora l'obiettivo è proseguire con questa iniziativa anche nel 2009, migliorando in tutti gli aspetti, ma mi chiedo quale programmazione musicale, culturale e di spettacoli in genere durante l'estate questo territorio avrebbe avuto se tutto fosse stato lasciato ai privati. Eppure, oggi più che mai l'investimento nella cultura non può spettare più solo agli enti pubblici".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Tu, piccolo Iddio": e la lirica torna nell'anfiteatro

LeccePrima è in caricamento