Mercoledì, 28 Luglio 2021
Eventi

Tutto esaurito per la prima data dell'"Ecco tour" di Niccolò Fabi

Successo per l'esordio della tourneé del cantautore romano per il suo ultimo album, avvenuto al Politeama Greco. Il racconto della serata da parte di chi l'ha vissuta

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

L'atmosfera nella sala gremita del Politeama Greco era quella di una grande festa. Una festa per Niccolò Fabi, cantautore romano, classe 1968, lontano dalle scene da tanto tempo, che ha scelto Lecce come prima tappa della sua tournèe e, di conseguenza, della sua rinascita. Perché il motivo di questo suo allontanamento dal panorama musicale odierno è stata la grave tragedia familiare che lo ha colpito nel 2010, con la perdita della prima figlia, Olivia, di soli due anni. Per un cantautore, superato il dolore, un tale dramma può dare la forza di trasformare in musica e parole tutto ciò che si prova dentro, perfino il dolore, la rabbia, ma anche la dolcezza del ricordo. E Fabi l'ha fatto nel suo ultimo album, "Ecco", presentato ieri sera nel noto teatro leccese.

Supportato sul palco dalla sua band, tra cui vanno citati due nomi su tutti, Roberto Angelini e Pier Cortese, personaggi abbastanza noti tra i più esperti della scena musicale italiana, Niccolò Fabi ha regalato ai suoi fan oltre due ore di musica ed emozioni. Sul palco ha portato tutta la sua anima rock, soprattutto con i pezzi dell'ultimo album, più qualche chicca dal passato, come le sue canzoni più note, quelle che lo hanno fatto conoscere al grande pubblico, "Vento d'estate", "Capelli", "Lasciarsi un giorno a Roma" . Tanti i momenti emozionanti, quasi intimi, come durante l'esecuzione della sua "Il negozio di antiquariato", o "Fuori o dentro", in cui il cantautore ha fatto trasparire tutta la sua dolcezza e sensibilità, accompagnato solo dalla sua chitarra. Un album dai toni variegati il suo "Ecco", dalle varie chiavi di lettura, un album grintoso, di speranza, di voglia di rimettersi in gioco, di dolci memorie. Tutte emozioni regalate ieri sera ai fan leccesi, in un concerto che ha registrato il tutto esaurito.

Proprio a proposito dei fan, poco prima del concerto diversi ammiratori di Niccolò Fabi hanno voluto rilasciare qualche dichiarazione riguardo al suo ritorno sulle scene. "Lo seguo dagli inizi" - ha raccontato una fan venuta da Napoli - "l'ultimo album è pieno sì di dolore, ma c'è anche tanto sole, tanta rinascita. Ho letto in un'intervista un po' di tempo fa, che lui ha letto il libro "Molto forte incredibilmente vicino" di Foer, e nelle pagine finali ci sono delle foto in sequenza di un uomo che cade dalle Torri Gemelle. Se però il libro viene sfogliato al contrario, sembra che quest'uomo risalga verso l'alto. E lui si è ispirato a questo, questo vuole essere il suo messaggio, di risurrezione." Tra il pubblico c'era anche Michele Cortese, ex componente degli Aram Quartet: "E' bellissimo che abbia scelto Lecce come prima tappa di questo suo tour. Fabi appartiene a quella scuola romana di cantautori impegnati, insieme a Max Gazzè, Daniele Silvestri, che possono essere considerati veri eredi della vecchia guardia, da Battisti a De Andrè. Il suo passato così significativo può solo arricchire la sua già spiccata sensibilità, e tutto ciò che vorrà trasmettere al suo pubblico."

Bianca Chiriatti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto esaurito per la prima data dell'"Ecco tour" di Niccolò Fabi

LeccePrima è in caricamento