Tutto pronto per il Capodanno dei popoli"

Pronto il programma organizzato dalla Provincia di Lecce per il Capodanno dei popoli che ogni anno riunisce le comunità immigrate del Salento. Durerà dal 18 dicembre al 16 gennaio

Il Capodanno dei Popoli della Provincia di Lecce è da anni un appuntamento che riunisce le comunità straniere che abitano il Salento, creando momenti artistico-ricreativi e dando spazio ai caratteri delle diverse tradizioni. Il programma di questa XVIII edizione, organizzata in collaborazione con le associazioni salentine, le comunità di stranieri e con lo Sportello dei diritti, sarà articolato in vari momenti che coinvolgeranno, oltre al capoluogo, anche altri quindici comuni della provincia nei giorni immediatamente precedenti e successivi al Capodanno, che verrà festeggiato, come di consueto, nell'atrio del Palazzo dei Celestini, sede della Provincia di Lecce e simbolo da anni di integrazione. Questa festa verrà chiusa dal concerto dell'Orchestra dei Popoli, diretta dal maestro Admir Shkurtaj con la partecipazione del sassofonista Roberto Ottaviano.Dal 18 dicembre al 12 gennaio nei comuni di Aradeo, Campi Salentina, Castrignano dei Greci, Corigliano d'Otranto, Corsano, Cursi, Galatina, Leverano, Lizzanello, Martano, Neviano, Salice Salentino, San Cesario di Lecce, Surbo e Trepuzzi si alterneranno progetti di collaborazione, concerti, riflessioni, spettacoli teatrali, mostre e laboratori interculturali in un viaggio tra sapori, suoni, cultura da tutto il mondo.

Ecco il programma completo delle diverse giornate.
dal 18 dicembre al 4 gennaio, Manifatture Knos - Lecce
Bagliori d'ombra
Da martedì 18 dicembre a venerdì 4 gennaio il Teatro Le giravolte e le Manifatture Knos di Lecce presentano Bagliori d'ombra. Il progetto non vuole essere solo la visione di spettacoli, dove eroi ed eroine hanno lo spessore della carta e la leggerezza del sogno ma anche un incontro culturale che offre tantissime opportunità per ogni tipo di pubblico con spettacoli, conferenze, proiezioni di ombre di celluloide e mostre fotografiche, laboratori di teatro, di cinema, di scrittura e arti visive che contribuiranno a scomporre e ricomporre l'ombra in tutte le sue sfaccettature. Tra gli ospiti il designer Francesco Spada, il regista turco Cengiz Ozek, Laura Minici Zotti, Antonio Errico, Cristina Frigerio, Wayan Suwija e numerosi artisti salentini.
venerdì 21 dicembre - ore 20, Centro Fieristico - Campi Salentina
Il sale e il pane

Il Centro Fieristico di Campi Salentina ospita dalle 20.00 lo spettacolo "Il sale e il pane" con Gualtiero Bertelli e la Compagnia delle Acque. La struttura dello spettacolo è quella di una narrazione con proiezione di documenti visivi intervallati dall'esecuzione di canzoni e musiche. Sul palco Gualtiero Bertelli (voce narrante, canto, fisarmonica, chitarra), Maurizio Camardi (sax, flauto, fiati etnici), Giuseppina Casarini (canto, percussioni), Rachele Colombo (canto, percussioni, chitarra, mandola), Paolo Favordio (pianoforte, tastiere), Guido Rigatti (canto, violoncello, contrabbasso). I testi sono di Gualtiero Bertelli e Edoardo Pittalis, le musiche di Gualtiero Bertelli, Maurizio Camardi e Paolo Favorido mentre le immagini sono di Giorgio Lotti. Nel corso della serata sarà allestita la mostra "Scuola per donne e orfani a Oujda (Marocco)" a cura dell'associazione Onlus Tzichì.

sabato 22 dicembre - ore 21.00,Tenda Livello 11/8 - Surbo (Le)
Il sale e il pane
domenica 23 dicembre - ore 20.00,Centro Polifunzionale Ennio De Giorgi - Lizzanello (Le)
Seminario di multipercussione
Dalle 20.00 si terrà la performance finale del seminario di multipercussione tenuto dal maestro Ninad Massimo Carrano, realizzato dall'associazione culturale Sabor. Tra i musicisti italiani più attivi ed eclettici, svolge una intensa attività concertistica, come solista e con prestigiosi organici italiani e non.
domenica 23 dicembre - ore 18.00,Sala Polifunzionale - Neviano
Balcani e Palestina
Serata dedicata ai balcani dalle ore 18.00 con una mostra etnografica sull'Albania, a cura dell'associazione Etnos, e cucina tipica dei balcani. A seguire concerto degli Adria. Il progetto nasce sul filo di un incontro. In un equilibrio instabile le sue due metà procedono per giungersi in mezzo al mare adriatico, portandosi dietro due culture, anzi due mondi, che per anni si sono osservati da lontano e adesso provano a dialogare. Il gruppo è composto da musicisti che vantano collaborazioni con artisti e formazioni di rilievo del panorama musicale pugliese e italiano e che propongono una rivisitazione delle musiche popolari del sud Italia e dei balcani, con particolare attenzione per la musica tradizionale albanese, insieme con un ricco repertorio inedito. La formazione è composta da: Maria Mazzotta (voce), Claudio Prima (organetto, voce), Redi Hasa (violoncello), Emanuele Coluccia (sax tenore e soprano), Ovidio Venturoso (batteria). Nel corso della serata verrà presentato il progetto Adotta un albero per la Palestina, a cura della Cooperativa Commercio Equo e Solidale di Lecce, al quale hanno già aderito numerosi comuni salentini.

giovedì 27 Dicembre - ore 20.00,Centro Anziani - Carmiano
Sud America
Dalle 20.00 presso il Centro Anziani di Carmiano serata dedicata al Sud America con capoeira e samba brasiliana a cura dell'associazione Arte Brasil e degustazione di cucina tipica cubana a cura dell'associazione Josè Marti. Il gruppo Oficina da Capoeira di Lecce del professor Kel Malicia presenta uno spettacolo che si articola in quattro momenti differenti, in un crescendo di energia ed entusiasmo che non possono non coinvolgere il pubblico. Capoeira e Maculêlê sono due forme d'arte nate in Brasile a seguito della deportazione degli schiavi africani durante la colonizzazione portoghese.

giovedì 27 Dicembre - ore 18.00, Castrignano dei Greci
Ecuador
A Castrignano dei Greci giornata dedicata all'Ecuador con un incontro sul paese latinoamericano, musica e cucina tipica a cura della comunità ecuadoriana. La musica tradizionale andina ha melodie caratteristiche e orecchiabili che sono diventate popolari nella cultura occidentale. Tra gli strumenti musicali più antichi ci sono il rondador (zampogna di bambù), la quena e il pingullo (due flauti di bambù), le conchas (conchiglie suonate come un corno) e diversi tipi di tamburelli, sonagli e campanelle. Gli spagnoli introdussero gli strumenti a corda (chitarre, arpe e violini).

Venerdì 28 dicembre - ore 11,Palazzo dei Celestini (aula consiliare)
Seminario a cura di Amnesty International

Venerdì 28 - ore 18.00, Palazzo De Donno - Cursi
Marocco e Balcani
Marocco e Balcani in questa serata a Cursi. Il progetto (mostra e video) Scuola per donne e orfani a Oujda (Marocco) realizzato in collaborazione con l'associazione Tzichì farà da cornice al concerto degli Adria. L'associazione Al Mohajira curerà invece le degustazioni di cucina marocchina.

Venerdì 28 - ore 21.30,Palazzo dei Celestini - Lecce
Giuliano Palma & the Bluebeaters
Martedì 28 dicembre il Capodanno dei Popoli ospita nell'atrio di Palazzo dei Celestini (inizio ore 21.30 - ingresso 10 euro) il concerto di Giuliano Palma & The Bluebeaters che presenteranno i brani del loro nuovo cd Boogaloo. "È difficile scegliere il titolo per un disco di canzoni scritte da altri", spiega Giuliano Palma.

sabato 29 dicembre,Lizzanello
Marocco
L'associazione Al Mohajira curerà le degustazioni di cucina marocchina, una sfilata di abiti tradizionali e uno spettacolo di danza del ventre.

sabato 29 dicembre - dalle 17.00,Palazzo Ducale - San Cesario di Lecce
Senegal
Il Palazzo Ducale di San Cesario di Lecce ospita una serata dedicata alla cultura senegalese. La Fabbrica dei Gesti, un centro culturale per un innovativo approccio al teatro, alla danza, alla musica ed alle altre forme artistiche, prosegue infatti il lavoro sviluppato nell'ambito del progetto "Takku ligey", un'espressione della lingua wolof, una delle lingue parlate in Senegal, che significa "darsi da fare insieme". Nel corso della serata saranno proiettati alcuni video, realizzati nei piccoli villaggi senegalesi, si alterneranno momenti di lettura e musica tradizionale. Nelle sale del Palazzo Ducale sarà inoltre allestita una mostra.

sabato 29 Dicembre,Teatro Comunale Domenico Modugno - Aradeo
Un Pozzo Per La Vita
Nel Teatro Comunale Domenico Modugno di Aradeo cucina dal mondo e musica etnica in collaborazione con il comitato Capodanno dei Popoli. Nel corso della serata sarà presentato il progetto "Un pozzo per la vita", per la costruzione di due pozzi in Kenya.

domenica 30 dicembre - 18.00,Corsano
Senegal
Serata dedicata al Senegal e alla cultura africana con la musica dei Mays Africa, una mostra mercato e gli stand gastronomici senegalesi. Diversi cantanti hanno saputo unire strumenti tradizionali senegalesi a moderni europei e sono riusciti ad esportare e far apprezzare la musica senegalese al di fuori del continente africano.

lunedì 1 gennaio,Palazzo dei Celestini - Lecce
Capodanno Multietnico
Il consueto appuntamento con il Capodanno dei Popoli torna nell'atrio di Palazzo dei Celestini a Lecce. La serata prenderà il via alle 18.00 con un programma ricco di eventi. La cucina del mondo sarà protagonista degli stand gastronomici allestiti sotto il porticato con la presenza di molte delle etnie presenti a Lecce e nel Salento. Parteciperanno infatti rappresentanti di diciotto comunità che proporranno enogastronomia tipica dei paesi di origine. Nel corso della serata si alterneranno sul palco danzatori e musicisti. In programma danza dall'India, dal Senegal e dal Brasile. Il finale sarà riservato, come per le passate edizioni, all'Orchestra dei Popoli della Provincia di Lecce.

Ospite speciale il sassofonista Roberto Ottaviano. L'orchestra, diretta dal fisarmonicista, arrangiatore Admir Shkurtaj è nata, su iniziativa della Provincia di Lecce, con l'intento di costituire una formazione fatta da musicisti provenienti delle diverse etnie che vivono nel Salento. Il repertorio è fatto da musiche di diversi paesi, un viaggio fra diverse sonorità: Ecuador, Sri Lanka, Cuba, Marocco, Albania, Senegal, Kenia e Salento. Diversi colori, diversi suoni, diverse percezioni del tempo, diversità di comportamento, sono cose che hanno il diritto di essere scoperte e accolte da tutti. Forse tutto questo unito nella musica può assumere una forma più immediata e leggibile. L'Orchestra è composta da: Admir Shkurtaj: direttore, arrangiatore, fisarmonicista - Emanuela Gabrieli: voce - Meli Hajdaraj: voce - Maria Mazzotta: voce - Ramesh Muthupitchichi: voce - Pape Maissa: djambe, voce - Indiaga Thioune: djambe - Ramon Perez Batista: Congas - Sivaruban Somatar: tablas - Murigu r Gathiom: grancassa, percussione e voce - Brahim Haounat: Darabuca - Palomo Cacere: Panflauto, Voce - N'Bark el Asri: buzuchi e voce - Mauro Durante: violino, tamburello - Ariel Suri Lionart: tromba e voce - Antonio De Vito: sax alto, tenore - Redi Hasa: violoncello - Marco Bardoscia: contrabbasso.

mercoledì 2 Gennaio - ore 18.00,Salone Chiesa Matrice Santissima Annunziata - Leverano
Senegal e Mozambico
Nel Salone della Chiesa Matrice Santissima Annunziata di Leverano serata con musica e cucina dal Senegal in collaborazione con l'associazione Baobab. Saranno presentati inoltre il progetto Infantario a Maputo e il laboratorio Teatro delle Etnie.

mercoledì 2 Gennaio - ore 18.00,Salice Salentino
Mijikenda
I Miji Kenda propongono una selezione di musiche e danze africane. Il nome (letteralmente "i nove") deriva dalle nove tribù lungo il litorale di Kenya, Somalia e Tanzania unite da un'affascinante patrimonio culturale. I Miji Kenda con i loro ritmi tribali e le danze guerriere riportano il pubblico nella loro terra, facendone assaporare le atmosfere e le musicalità, trascinandoli in vortici coinvolgenti al ritmo sfrenato delle percussioni, delle danze e dei canti africani. A cura di Emergency verrà inoltre presentato il progetto di collaborazione "Un Ospedale per il Darfur".

mercoledì 2 Gennaio - ore 18.00,Sala Giunta Comunale - Trepuzzi (Le)
Leyla Zana una Storia di amicizia con il popolo Kurdo
Dalle 18.00 nella sala giunta del Comune di Trepuzzi si terrà un incontro dal titolo "Leyla Zana una Storia di amicizia con il popolo Kurdo". Interverranno Cosimo Valzano, sindaco di Trepuzzi, Luigi Calò, assessore provinciale, Anna Caputo, presidente provinciale Arci, Giovanni Chirizzi, assessore politiche sociali del Comune di Trepuzzi, e Basaran Mustafà, della comunità kruda salentina. Dalle ore 20.00 presso il centro anziani di via Provenzale gli ospiti del progetto Refuge presenteranno dei piatti tipici eritrei mentre su corso Umberto I spazio alla musica degli Adria.

giovedì 3 Dicembre - ore 18.00,Castello - Corigliano d'Otranto
Il tempo dei cavalli ubriachi
Dalle 18.00 presso le sale del Castello di Corigliano d'Otrano ancora una serata dedicata al popolo Kurdo. Una conferenza sul tema sarà preceduta dalla proiezione del film "Il tempo dei cavalli ubriachi" di Bahman Ghobadi. La durissima vita di tre fratelli in un villaggio al confine tra Kurdistan iraniano e Iraq. A seguire Adria in concerto.

giovedì 3 Gennaio - dalle 18.00,Palazzo della cultura - Galatina
La galera pagata
Il Forum delle donne native e migranti e l'associazione Naemi propongono un incontro sulla problematica delle badanti. L'iniziativa intende proporre un dibattito a più voci con l'apporto di testimonianze dirette delle donne interessate a questa problematica. Dalle 18.00, dopo un primo momento di confronto, ci sarà la presentazione del video "Voci di donne native e migranti" realizzato da Rossella Piccinno in collaborazione con NaeMi. A seguire la video intervista "La galera pagata", testimonianza di una badante.

venerdì 4 Gennaio - dalle 18.00,Castello - Corigliano d'Otranto
Emilian Markov
Dopo la positiva esperienza di questa estate torna a Corigliano d'Otranto il coreografo bulgaro Emilian Markov che proprorrà una rappresentazione di Danze del mondo.

sabato 5 Gennaio,Martano
Trasmigrazioni
Serata finale per il progetto "Trasmigrazioni" nasce dall'esigenza di favorire il dialogo fra le diverse culture presenti a Martano e nei comuni limitrofi. Per il nostro territorio il fenomeno dell'immigrazione è molto recente: dopo l'arrivo di uomini e donne albanesi all'inizio degli anni '90 che interessò l'intero Salento, solo da tre-quattro anni Martano ospita cittadini stranieri. Si tratta di alcune decine di cittadini africani, soprattutto senegalesi, dediti prevalentemente al commercio, all'agricoltura e all'edilizia e di cittadine dell'europa dell'est, dedite prevalentemente all'attività di badanti e assistenti domiciliari. Sono presenti anche alcuni cittadini cinesi.

venerdì 11 gennaio - ore 18.00, Manifatture Knos - Lecce
La festa come opportunità di incontro
Le Manifatture Knos di Lecce ospitano un incontro con i rappresentanti delle tre religioni monoteiste.

sabato 12 gennaio - ore 10.00,Palazzo dei celestini - Lecce
Campo Panareo dall'emergenza alla convivenza

sabato 12 Gennaio - dalle 20.00,Arci Zei - Lecce
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Popoli Negati: Progetto Il vagabondo + Concerto Rom

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento