menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un web meeting sulla Cultura che (r)esiste al tempo del Covid-19

Appuntamento domani sera a partire dalle 19 sulla pagina social dell’associazione Amart per un confronto sul futuro dei luoghi d’arte e di cultura del Salento con Capone, Bray e Agnoli

GALLIPOLI - Gli avamposti della cultura e i luoghi dell’arte salentina al tempo dell’emergenza  epidemiologica e alle soglie della ripartenza della fase 2. L’associazione culturale Amart invita tutti a prendere parte ad un importante incontro dal titolo “La Cultura che (r)esiste”, piccoli musei, biblioteche, luoghi d’arte e Covid-19. Un web meeting, con il patrocinio del Comune di Gallipoli, per parlare di come ripartire con la cultura.

L'appuntamento è fissato per domenica 17 maggio con inizio della diretta social alle 19 sulla pagina facebook di Amart Gallipoli-associazione culturale. Porgeranno i loro saluti e introdurranno Loredana Capone, assessore regionale all'industria turistica e culturale, gestione e valorizzazione dei beni culturali, e il sindaco di Gallipoli e presidente della Provincia, Stefano Minerva. Si susseguiranno gli interventi Antonella Agnoli, consuelente bibliotecaria e Massimo Bray, direttore generale della Treccani. Coordinerà l'evento il presidente di Amart, Eugenio Chetta.

L’incontro è aperto a tutti, soprattutto a coloro che vedono nelle peculiarità storiche, artistiche e culturali del nostro territorio di Gallipoli e del Salento, dei veri e necessari punti di forza per la ripartenza esistenziale e anche economica. L’appuntamento viene veicolato con l’hashtag: #laculturacheresiste

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento