Eventi

Una “dispensa” di sapori e cultura: musica, luci e cucina rurale al Parco Paduli

Al termine di un workshop sull’utilizzo delle spezie, nella giornata di domani, a Surano, anche un concerto e installazioni luminose

SURANO – Al via il terzo appuntamento di Re.Ort, la scuola di cucina “rurale” di Parco Paduli. A Surano, nella giornata di domenica 30 ottobre, protagonisti saranno gli aromi e i sapori della dispensa d’autunno. A partire dalle 17, in via  2 Luglio, nei pressi dell’ex mercato coperto, si svolgerà una speciale lezione, nell’ambito del progetto dell’associazione Leb di Botrugno, finanziato dal programma regionale “Mettici le mani”, in collaborazione con il Laboratorio urbano Abitare le mani e con la partnership dell’Unione dei Comuni delle Terre di Mezzo.

Il progetto dell’associazione Leb di Botrugno, finanziato dal programma regionale Mettici le mani, in collaborazione con il Laboratorio Urbano Abitare i Paduli e con la partnership dell’Unione dei Comuni delle Terre di Mezzo. Il tema sarà "San Vito e gli aromi d’autunno", con un chiaro riferimento alle fiere autunnali, ai loro prodotti, e ai profumi delle carni che esaltano il gusto dei piatti poveri della tradizione contadina.  Maestri in cucina saranno lo chef Massimo Vaglio e la cuoca-custode Lucia Lentini che, a partire dalle 17, condurranno un workshop gratuito aperto a 15 partecipanti.

A seguire, dalle ore 21.00Senza Amore siamo Fritti” è lo spettacolo musicale di Miro Durante (chitarra e voce), Gianluca Longo (mandola) e Gianluca Milanese (fiati) che accompagna “L’aperitivo del Santo”, la degustazione di prodotti a Km0 proposta dal Laboratorio del Gusto di Abitare i Paduli mentre l’installazione “Luminaria - Res.Ort” cala dal soffitto per impreziosire la sala dell’ex mercato coperto.

Res.Ort è il progetto di una scuola di cucina "rurale", per scoprire il territorio del Parco Paduli, le sue risorse e identità, che valorizza e veicola il cibo sostenibile e locale, creando un ricettario i cui ingredienti principali sono le erbe spontanee e gli ortaggi.  Obiettivo della scuola è guardare al Parco come a una grande dispensa che si rinnova e si arricchisce nel rispetto delle stagionalità, con l’elemento principe dell’olio “Terre dei Paduli”, nato dal recupero di ulivi in stato di abbandono all’interno del progetto “Lampa”, del Laboratorio Urbano “Abitare i Paduli”. Il workshop è gratuito e riservato a un numero max di 15 partecipanti. E' possibile iscriversi tramite email all'indirizzo servizi@parcopaduli.it .

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una “dispensa” di sapori e cultura: musica, luci e cucina rurale al Parco Paduli

LeccePrima è in caricamento