Eventi

Una mostra sul rapporto uomo e natura: palazzo Gallone ospita 'Arte y naturaleza'

La natura come ponte sensibile tra culture è il tema principale di 'Arte y naturaleza', promossa da Arteflusso e Comune di Tricase. A cura di Andrea Pandinelli, riunisce i lavori di quattro artisti provenienti da Italia e America Latina, proponendo un confronto intergenerazionale nella pittura contemporanea. Da sabato 29 luglio al 26 agosto.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

TRICASE - Si inaugura sabato 29 luglio la mostra Arte y naturalezza, collettiva di pittura che da sabato 29 luglio fino al 26 agosto abita il secondo piano di Palazzo Gallone, a Tricase. La natura come ponte sensibile tra culture è il tema principale di questa mostra, promossa da Arteflusso e Comune di Tricase, che riunisce i lavori di quattro artisti provenienti da Italia e America Latina, proponendo un confronto intergenerazionale nella pittura contemporanea.

Nella collettiva, a cura di Andrea Pandinelli, i lavori degli artisti diventano il terreno in cui si manifestano espressioni differenti sul tema delle trasformazioni naturali nel loro rapporto con l’uomo. Rappresentano il punto di contatto tra visioni e storie dai Sud del Mondo che simbolicamente fluiscono in un contesto mediterraneo, quello del Sud della Puglia. Immaginari provenienti da Messico, Brasile, Colombia, da culture euroasiatiche e dall’Italia, si incontrano nelle antiche sale di Palazzo Gallone, creando un articolato percorso di tecniche e stili. La mostra diventa uno spazio di ricongiunzione tra uomo e natura, abbraccia la convivenza e la molteplicità, estetiche provenienti da culture indigene, con l’obiettivo di proporre nuovi punti di vista sul tema e la contemporaneità.

“Nello spazio fisico di Palazzo Gallone, il visitatore può venire a contatto con molteplici forme espressive”, racconta il curatore Andrea Pandinelli. “Nei passaggi che collegano le sale di Palazzo Gallone manifestazioni creative di differente natura sensoriale - culturale e materica - stimoleranno il sentire dei visitatori. L’arte può essere fonte di ricongiunzione tra uomo e natura, tra l’uomo e la diversità, espressa in culture diverse”. L’astrattismo di ricerche pittoriche sperimentali, i tratti corposi ed emotivi di pitture neoespressioniste, le forme simboliche di grafiche intuitive, la pittura come forma di conservazione culturale: Arte y naturaleza, come recita il motto della mostra, cerca di trasformare lo spazio in un ‘portale di conoscenza’ convogliando flussi di ispirazione, abbagli visivi, stati interiori che chiedono al visitatore di abbandonare il campo neutro verso prese di posizione e nuove possibilità. Il percorso espositivo della mostra comprende le opere di Josè Jordan, pittore antropologo originario del Chiapas (Messico), di stanza in Italia da più di trent’anni. La sua pittura, dai colori brillanti e tratti psichedelici, si ispira direttamente ai codici della cultura Maya.

Continua con Pere Lima, originario del nord del Brasile, le cui opere traggono ispirazione dai suoi viaggi e dalla cultura afrobrasiliana, in particolare dalla religione del Candomblè. Tra gli artisti invitati, anche un italiano, Saverio Tonoli, artista di origini tosco-bergamasche, residente a Berlino. Le sue sperimentazioni pittoriche affrontano le differenze tra gli approcci occidentali e orientali in relazione ai concetti di paesaggio, vuoto, attraverso l’utilizzo della tradizionale carta Xuan, con tecniche apprese durante residenze in Asia. Tra gli artisti invitati anche Simon Zamudio, che attraverso le sue opere pittoriche esprime il suo legame profondo con la sua terra di origine, la Colombia, e la cultura indigena. Il percorso espositivo comprende anche l’intervento dell’artista Emma Bortone con un’installazione polimaterica in cui il colore diviene lo strumento espressivo principale di una visione fervida dell’universo dipinto. Per tutta la durata della mostra, la collettiva è accompagnata da un programma di appuntamenti culturali e performativi, che permetteranno al visitatore di approfondire le tematiche sollevate dalle opere. La mostra si inaugura sabato 29 luglio alle 19.30. È aperta tutti i giorni e su appuntamento. Per informazioni: info@arteflusso.com; 320.6708326

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una mostra sul rapporto uomo e natura: palazzo Gallone ospita 'Arte y naturaleza'
LeccePrima è in caricamento