Lunedì, 2 Agosto 2021
Eventi

Veglie a tutto Jazz

Parte la seconda edizione di "Jazz in Veglie": tanta musica d'autore da mercoledì a venerdì

Marco Tamburini

Prende il via la seconda edizione della rassegna musicale "Jazz in Veglie" organizzata dal Comune di Veglie nell'ambito della "Quinta settimana della cultura" di giugno. Tre sono gli appuntamenti, realizzati in collaborazione con https://www.veglienews.it e associazione musicale culturale "Reino", dedicati quest'anno al Jazz ai quali partecipano nomi di rilievo del panorama jazzistico salentino e nazionale. Il suggestivo chiostro del Convento dei Francescani di Veglie farà da contenitore alla rassegna che già nella prima edizione ha avuto un notevole successo di pubblico.

Si parte Mercoledì 20 Giugno con il gruppo "Ádria" e con la loro musica ricca di "contaminazioni" tra le civiltà che si affacciano sul Mar Adriatico rivisitata anche attraverso improvvisazioni di matrice jazzistica. La "contaminazione tra generi" è infatti uno dei temi che la rassegna ha intenzione di sviluppare nelle sue edizioni. Il gruppo è composto da musicisti che vantano collaborazioni con artisti e formazioni di rilievo del panorama musicale pugliese e italiano e che propongono un'originale progetto di rielaborazione e di scrittura. Una forma canzone legata all'immediatezza del repertorio tradizionale delle due sponde a sud del Mar Adriatico, ripensato con un approccio moderno.

L'incantevole voce di Maria esalta l'intensa semplicità dei testi e da forza e respiro a trame armoniche eleganti e sinuose, tessute con impeto. Strumenti legati alle musiche tradizionali e strumenti moderni si inseguono e a tratti si sfuggono, cercando punti d'incontro e ragioni di diversità, come da sempre le storie e le musiche a confronto sul Mar Adriatico. Se l'organetto e il violoncello sono i portabandiera timbrici della tradizione musicale salentina da una parte e albanese dall'altra, la voce sembra diventare il punto d'incontro che per un momento può mettere in accordo linguaggi profondamente diversi ma vicini, nelle assonanze e nei respiri. Straordinari sono gli arrangiamenti di stampo jazzistico che fanno di questi brani tipicamente tradizionali dei veri capolavori che gli amanti delle contaminazioni musicali non possono assolutamente perdere.
La formazione è composta da: Maria Mazzotta (voce); Claudio Prima (organetto, voce); Redi Hasa (violoncello); Emanuele Coluccia (sax tenore e soprano); Ovidio Venturoso (batteria).

Il secondo appuntamento della rassegna "Jazz in Veglie" è giovedì 21 Giugno con "The Other Quartet" di Raffaele CASARANO e il progetto "THE OTHER TRANE" Coltrane anniversary (40°). Il trio di base, composto da Raffaele Casarano, Marco Bardoscia e Marcello Nisi, nasce dalla volontà dei tre musicisti di realizzare un progetto musicale imperniato, prevalentemente, intorno a standard di Coltrane e non. Il progetto, infatti, prevede anche l'esecuzione di brani originali.

Di fondo, il sound del trio si caratterizza per una grande energia musicale e per un fortissimo interplay lì dove ogni strumento diventa perno di una nuova cellula musicale che, subito ripresa dagli altri strumenti, viene ampliata e sviluppata.
Un progetto, dunque, che basa il suo "essere" sull' improvvisazione totale ma non da intendersi come freejazz. Reduce da una tourneè in alcuni importanti jazz club e teatri di Napoli, a breve il trio sarà impegnato in una registrazione live, insieme ad alcuni ospiti del panorama jazzistico italiano di rilievo, in occasione del 40° anniversario della morte di J. Coltrane. E' il giovanissimo e talentuoso pianista salentino William Greco di soli 20 anni, che completa il trio in quartetto, portando nel progetto quello che nello storico gruppo di Coltrane era stato nel 1960, cioè il passaggio da una soluzione tecnico-armonica a quella innovativa di intendere il jazz in maniera universale insieme al pianista McCoy Tyner, il batterista Elvin Jones,il contrabbassista Reggie Workman e poi Garrison. La formazione è composta da: Raffaele Castrano (alto / sopr. Sax); Marco Bardoscia (double bass); Marcello Nisi (drums); William Greco (piano).


La rassegna "Jazz in Veglie" si conclude Venerdì 22 Giugno con il concerto di Andrea Sabatino Quartet insieme ad un prestigioso ospite: Marco Tamburini. Dopo "Pure Soul", debutto discografico con ospite il trombettista d'eccezione Fabrizio Bosso, ecco quindi che Sabatino si ritrova a guidare un nuovo progetto e a dividere il palco con un altro grande trombettista della scena jazzistica italiana, Marco Tamburini. "Trumpet legacy" non è altro che un progetto che racchiude un repertorio basato sulla rivisitazione di brani scritti dai trombettisti che ne hanno fatto la storia del jazz. Caratteristiche principali del quintetto sono una sonorità ed un groove tipici del jazz degli anni '50, tali da creare un sound caratterizzato da una fusione tra linguaggio hard-bop e virtuosismo trombettistico.


Gli spettacoli cominceranno tutti alle 21,30.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LeccePrima è in caricamento