rotate-mobile
WeekEnd Gallipoli

Nel week end torna Babele off, la rassegna artistica indipendente di ZeroMeccanico Teatro

Il 9 aprile sarà la volta di "Voce del verbo spoken", progetto di spoken word e dub poetry di Massimo Pasca. Il giorno successivo, invece, avrà luogo "America", workshop teatrale a cura di Ottavia Perrone

GALLIPOLI - Doppio appuntamento con la rassegna che mette insieme teatro, incontri, laboratori e workshop per un dialogo ritrovato tra pubblico, arte, artisti e comunità. 

Si fa in due nel prossimo fine settimana Babele off – Rassegna artistica indipendente organizzata da ZeroMeccanico Teatro a Gallipoli sotto la direzione artistica di Ottavia Perrone, nelle sale di Spazio.Zero di via Francesco Petrarca.

Voce del verbo spoken

Sabato 9 aprile ore 20.30. Nuovo album di Massimo Pasca con Emanuele Flandoli, Lorenzo Lorenzoni e la partecipazione di Fabio Filograna.

"Voce del verbo spoken" è il progetto di spoken word e dub poetry di Massimo Pasca. Nel corso della serata, l'autore sarà accompagnato da Emanuele Flandoli, produttore artistico del disco al basso e alla chitarra, Lorenzo Lorenzoni al trombone, con Fabio Filograna impegnato in uno speciale featuring tra suoni e parole. Atmosfere dub di matrice inglese accompagnate da incursioni in perfetto stile spoken word. L'album presenta una scrittura ritmata e poetica, visionaria, difficile da riscontrare in ambito reggae, che lo rende un unicum nella produzione italiana. 

Prodotto da Linfa in collaborazione con Cotriero98, l'uscita del cd è stata anticipata dal video del singolo "Vado a su Urano". Artista visivo e poliedrico, Massimo Pasca ha già lavorato in teatro con diversi progetti: importante la partecipazione ad alcune date italiane del progetto Nero Mediterraneo in compagnia di Peppe Barra, Dennis Bovell e Zulu'.  L’artista salentino è inoltre uno dei primi frequentatori di poetry slam in Italia.

L'area espositiva della serata sarà dedicata a due artiste:

Fergs: Pittrice ritrattista, ma non solo. Le sue opere sono figlie della cultura pop e dell'immaginario degli anni '90: seguono i ritmi del punk rock e si muovono in un terreno vicino al fumetto. Le figure che abitano i suoi quadri sono rubate dalla strada e dai club, offrono narrazioni acide e spigolose. Utilizza medium differenti: dall’illustrazione digitale alla linoleografia, dalla pittura al collage.

Bretzy Color: pittrice. Dedica la sua ricerca al colore, declinandola attraverso la street art e la tattoo art. Autrice di una produzione eterogenea di soggetti, mantiene una profonda coerenza che pare attingere alla palette cromatica dei paesaggi salentini. Ha studiato presso l'Accademia di Belle Arti di Brera ed è impegnata in progetti di riqualificazione urbana.

America - Workshop teatrale a cura di Ottavia Perrone.

Domenica 10 aprile, dalle ore 10: alle 18:00. 

Babele Off, Ottavia Perrone-2

Utilizzare il teatro come strumento per liberarsi dai luoghi comuni e creare nuove visioni intorno alla politica dei corpi. Oggi più che mai è ancora più necessario parlare di corpi, dopo il letargo coatto subito in questo tempo straordinario. È essenziale indagare in che modo i corpi parlano e si raccontano e come il teatro possa offrire uno spazio di ricerca e sperimentazione collettiva, per oltrepassare lo stereotipo.

Si dedicherà un focus speciale al corpo della donna, al luogo comune del corpo-territorio. La finalità del workshop è generare una prima occasione di incontro con chiunque abbia voglia di condividere visioni e domande intorno ad una tematica che riguarda tutt*.

La cultura è legata alla pratica e all'incontro, tutti i worshop di Babele Off generano un'esperienza diretta e continuare a "mischiare le lingue e gli occhi".

Con America parleranno la pancia, i lombi e il costato, sarà indagato il campo minato dei luoghi comuni pesandone gli effetti, si compiranno domande iniziando a immaginare una politica dei corpi che non escluda nessuno. Il workshop è rivolto a tutti, principianti, artisti, attrici/attori, performer a partire dai 18 anni di età

Babele Off

Babele off  è la rassegna artistica indipendente che vuole dare voce all’underground artistico-culturale pugliese e al pubblico, offrendo occasioni di scambio e confronto, sessioni di lavoro dedicate al teatro, alla danza e a tutte le arti, con la possibilità di entrare a fare parte del processo di costruzione di Babele - Festival Multidisciplinare d’Emergenza, appuntamento ormai fisso e molto seguito di ZeroMeccanico Teatro, in programma a settembre 2022. 

Nelle serate di Babele off tanti gli artisti che porteranno in mostra le loro opere. Tra questi, Marina Cicero, Enrica Ciurli, Tommy Leporale, La Bicocca, Alessio Maruccia, Simone Mele, Andrea Merenda, Lucia Olivieri, Emiliano Picciolo, Margherita Ragno, Andrea Reà Mariano, Elisabetta Venneri.

ZeroMeccanico Teatro opera sul territorio pugliese dal 2013 e utilizza l’arte scenica come mezzo trasversale ad altre discipline, in una sinergica contaminazione tra teatro, arte contemporanea e scrittura. Cura da 8 anni MòVIMENTO. Laboratori per bambini, ragazzi e adulti”, dal 2017 le rassegne indipendenti ContaminAzioni e Piccole ContaminAzioni. Si occupa della direzione artistica del Gallipoli in Poesia Festival dal 2019, format del Comune di Gallipoli con il sostegno del Teatro Pubblico Pugliese. Realizza percorsi e progetti in collaborazione con gli Istituti Comprensivi e i Licei di Gallipoli. Partecipa con le proprie produzioni teatrali a festival e rassegne.

Info e Prenotazioni: 3483819266 – zeromeccanicoteatro@gmail.com

Voce del verbo Spoken: Ingresso 5 euro come contributo associativo consentito con certificazione verde rafforzata e mascherina ffp2.
America: Costo workshop 20 euro. Si consiglia un abbigliamento comodo. certificazione verde rafforzata e mascherina ffp2.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel week end torna Babele off, la rassegna artistica indipendente di ZeroMeccanico Teatro

LeccePrima è in caricamento