Eventi Zollino

Zollino, ritorna dal 21 al 24 la fiera di San Giovanni

La fiera mercato è ormai divenuta un punto di riferimento non solo per gli "addetti ai lavori", ma anche per una vera e propria popolazione di turisti e curiosi in cerca di peculiarità

Ritorna a Zollino puntuale e ricca di appuntamenti la fiera di San Giovanni che si svolgerà dal 21 al 24 giugno con una anteprima il 19. Chiave di volta dell'edizione 2008 l'approfondimento, tramite i numerosi convegni. Infatti, verranno sceverate molteplici tematiche: da i cosiddetti "prodotti a chilometri zero" protagonisti del primo meeting ai "gruppi di acquisto solidale" si passerà, poi, ad analizzare le certificazioni necessarie per definire i prodotti della terra "biologici".

La Biodiversità agraria la farà da padrona giorno 24 quando un folto gruppo di esperti relazionerà riguardo la valorizzazione e la tutela delle sementi e delle colture tradizionali. Dallo studio alla pratica il passo si farà quanto mai breve, a dimostrarlo una costellazione di appuntamenti musicali, mangerecci, artistici, commerciali, sportivi, goliardici e, perché no, anche spirituali. A riempire i giorni della fiera, infatti, trovano posto e spazio tante iniziative variegate ed interessanti tra cui ci piace segnalare il mercato del contadino previsto per domenica 22 (ore 18), il corso "Alimentazione, stress e stati d'animo", sempre nelle ore pomeridiane della domenica. Ancora, nella giornata di lunedì (alle 21:30) "Suoni e sapori" ovvero i piatti tipici della cucina zollinese e i prodotti della Comunità dei Produttori Agricoli della Grecìa Salentina, interpretati dallo chef Massimo Vaglio, con la partecipazione di cantori e suonatori della tradizione musicale salentina. Salutare la festa (giorno 24) sarà compito dei Mascarimirì.

La fiera mercato di San Giovanni è ormai divenuta un punto di riferimento non solo per gli "addetti ai lavori", ma anche per una vera e propria popolazione di turisti e curiosi in cerca di peculiarità o desiderosi di riscoprire i riti ancestrali che generati dalla terra trovano nell'era moderna l'ausilio e la rivisitazione della tecnologia ma non dimenticano radici e tradizioni. Questa manifestazione che conta da anni il patrocinio della Provincia di Lecce, dell'Unione dei Comuni della Grecìa Salentina, dell'Azienda di Promozione Turistica della Provincia di Lecce, della Facoltà di Scienze Sociali, Politiche e del Territorio, di Slow Food Terra d'Otranto, della Coldiretti, e dell'ausilio di Interreg IIIA Grecia-Italia e della Regione Puglia Assessorato alle Risorse Agroalimentari continua la propria, personale marcia d'evoluzione mirando ad un'offerta culturale completa ed allettante capace di soddisfare tanto il paesano abituato a rendere omaggio al Santo ornando il sacro della cornice profana quanto capace di lusingare l'appetito culturale dello straniero da basire, quasi stordire, di fronte alle variegate e differenti proposte ricreative. Un grande bazar d'idee che a partire dal 21 giugno promette la forma più sana del divertimento quella che riscopre il canale tra la mente e la gola, quella che si racconta, che si lascia assaporare, quella che conquista, quella che si congeda solo se certa di lasciare memoria di sé.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zollino, ritorna dal 21 al 24 la fiera di San Giovanni

LeccePrima è in caricamento