Debate day online, vince il liceo classico di Galatina

Il “P. Colonna” ha partecipato con successo nella nuova metodologia didattica a distanza

GALATINA- Si è conclusa con grande successo la partecipazione del liceo classico “P. Colonna” al Debate day organizzato in modalità a distanza dall’Iiss “Pietro Sette”, scuola Polo per la regione Puglia, nell’ambito delle attività per la diffusione e il potenziamento del debate, la nuova metodologia didattica dalle radici antiche.

Le squadre, formate da Alessandro Cafaro, Antonio De Paolis, Giorgio Tempesta, Ilaria Mandorino per la sezione in italiano e Giulia Mangia, Giorgia De Pascalis, Alberto Maio, Francesco Carratta per inglese, guidate dai rispettivi coach, le professoresse Emanuela Maiorano e Carla Serafini, hanno fatto sin da subito tremare gli avversari. “La squadra del Colonna appare molto solida, è immediatamente percepibile. In bocca al lupo a chi le capiterà contro…”: questo il commento dopo la prima gara. Alle 16.30 il verdetto: il Colonna stravince, dimostrando ancora una volta la validità formativa di una scuola che crede nei valori del confronto, del senso critico, della cultura in un’ottica di educazione alla cittadinanza democratica e 2a18f14f-41cb-4836-99a6-b7a5590250b8-3partecipativa.

Complimenti ancora ai ragazzi, ai docenti e alla dirigente, Maria Rita Meleleo, che da sempre sostiene la sperimentazione delle nuove metodologie nella didattica.

Cos’è la metodologia debate

La metodologia didattica chiamata debate consiste in un confronto nel quale due squadre (composte ciascuna di due o tre studenti) sostengono e controbattono un’affermazione o un argomento dato dall’insegnante, ponendosi in un campo (pro) o nell’altro (contro). Gli argomenti da disputare possono essere vari, sia di natura curriculare che extracurriculare.

Il debate (dibattito) quindi è una metodologia che permette di acquisire competenze trasversali (life skill) e curricolari, smontando alcuni paradigmi tradizionali e favorendo il cooperative learning e la peereducation, non solo tra studenti, ma anche tra docenti e tra docenti e studenti.

Per applicare tale metodologia didattica si procede con i seguenti passi:

  • definizione di dibattito;
  • divisione della classe in gruppi numericamente omogenei;
  • assegnazione di un tema oggetto di dibattito;
  • enucleazione di n argomenti “pro” e di n “contro” inerenti il tema proposto (si consiglia di considerare n minore di 4);
  • discussione, guidata dal docente, finalizzata alla focalizzazione dei “punti di forza” a sostegno delle rispettive argomentazioni;
  • schematizzazione alla lavagna (in una tabella a 2 colonne) e successiva illustrazione delle argomentazioni contrapposte;
  • analisi del tema in oggetto attraverso la formulazione di domande

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A scuola di cinema: partite le riprese di “Pleiades”

Torna su
LeccePrima è in caricamento