Scuola nazionale di cinema a Lecce

Corso di Conservazione e Management del patrimonio audiovisivo

È on line il primo bando per il triennio 2020/ 2022 della Scuola nazionale di cinema di Lecce, per l’ammissione al corso di «Conservazione e management del patrimonio audiovisivo» di dodici giovani cineasti, dotati di forte motivazione al lavoro di conservazione dell'immagine in movimento.

Apulia Cinema riassume i requisiti occorrenti per l'ammissione alle selezioni:

* diploma di scuola media superiore o titolo equivalente;

*nascita tra 1° Gennaio 1991 e 31 Dicembre 2001;

*conoscenza della lingua italiana e buona conoscenza della lingua inglese

A seguito della verifica dei requisiti, sarà pubblicato l'elenco dei candidati, convocati a sostenere le prove d'esame, che si svolgeranno a Novembre nella sede del Museo Sigismondo Castromediano. 

La scuola si propone di individuare, selezionare e formare giovani cineasti, che concorrano allo sviluppo dell'arte e della tecnica cinematografica. L’obiettivo è formare una nuova generazione di professionisti, dotati delle conoscenze per operare nella conservazione del patrimonio audiovisivo, in tutti i suoi aspetti, da quello tecnico a quello culturale e manageriale. 

Il corso triennale è praticamente equipollente a una laurea breve ed è costituito da discipline teoriche di base, seminari, esercitazioni, realizzazioni di restauri cinematografici (analogici e digitali; su committenza reale o simulata), e da stages presso collezioni pubbliche e private o laboratori di restauro cinematografico. 

Si studieranno le funzioni e le responsabilità inerenti la gestione di una collezione audiovisiva (pubblica o privata): selezione, ispezione e analisi approfondita dei reperti cinematografici; trattamento conservativo; catalogazione; restauro, nel formato di origine e in riproduzione digitale; valorizzazione culturale, in forma di proiezioni, accessibilità sui nuovi media e ricerche storiche; aspetti etici, finanziari, amministrativi, gestionali e strategici, concernenti le attività di una cineteca. 

Simonetta Dellomonaco, presidente Apulia Film Commission, lo presenta così: «Oggi la Puglia del cinema si avvia verso una nuova fase, che vede importanti interventi infrastrutturali, che si innestano nelle specificità dei diversi territori, fra Cineporti, teatri di posa, sale di proiezione e oggi anche scuole di cinema. A Lecce, infatti, già sede del Dams e centro di una importante produzione artistica e culturale come il Museo Castromediano, si rafforzerà la vocazione alla formazione accademica in ambito cinematografico. Una ulteriore opportunità di crescita per il cinema in Puglia: ospitare un corso di eccellenza del Centro Sperimentale di Cinematografia, significa proseguire il nostro percorso di infrastrutturazione e - allo stesso tempo - dedicare risorse alla formazione di nuove competenze e permettere ai giovani pugliesi di esprime il proprio talento a casa loro.» 

Come è noto il bando fa seguito all'accordo di Febbraio scorso tra Regione Puglia, Polo biblio-museale di Lecce, Apulia Film Commission, Provincia di Lecce e Scuola Nazionale di Cinema di Roma. La sede di Lecce è diretta da Paolo Cherchi Usai, da mesi al lavoro per preparare i progetti della Scuola.  Fa fede il testo ufficiale del bando: CLICCA QUI (www.fondazionecsc.it) È possibile candidarsi entro il 15 Ottobre (ore 12:00) a mezzo posta elettronica a: lecce@fondazionecsc.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La canapa e i suoi molteplici utilizzi in un workshop a Lecce

  • Inclusione sociale, ad Alezio arriva il progetto “Another way”

  • Scuola d’infanzia, guida all’iscrizione

Torna su
LeccePrima è in caricamento