Biotecnologie: tre incontri a Unisalento

Il Consiglio didattico dei corsi di laurea in Biotecnologie e Biotecnologie Mediche e Nano biotecnologie organizza tre giornate di incontri il 26 Settembre, il 2 e il 3 Ottobre 2019. Il programma è inserito tra gli eventi della European Biotech Week con il coordinamento italiano di Assobiotec

All’Università del Salento focus sulle biotecnologie con tre incontri promossi nei prossimi giorni dal Consiglio Didattico dei corsi di laurea in Biotecnologie e Biotecnologie Mediche, nell’ambito della European Biotech Week con il coordinamento italiano di Assobiotec: appuntamenti il 26 settembre e il 2 e 3 ottobre 2019 presso il complesso Ecotekne – corpo D (via per Monteroni, Lecce).

“Ricerca e innovazione nelle Biotecnologie” è il tema del workshop del 26 settembre (corpo D, dalle ore 9): verranno esposti lavori di tesi e di dottorato selezionati e seminari saranno tenuti dai ricercatori che operano nel campus Ecotekne, con l’obiettivo di far conoscere le più recenti attività di ricerca di cui sono protagonisti. Key note lecture saranno tenute da Francesco Ferrara (STMicrolectronics) e Cecilia Bucci (in rappresentanza dei docenti dei corsi di Biotecnologia di UniSalento).

Il 2 ottobre dalle ore 15 saranno presentati i programmi “Life Science Innovation 2020” (Evento G-Factor, l’acceleratore di imprese life science di Fondazione Golinelli) e “Contamination Lab”, mentre il 3 ottobre (dalle ore 9) è in programma il convegno “L’ecosistema delle biotecnologie”. In questo convegno si farà il punto sullo stato delle biotecnologie sul territorio salentino: in mattinata previsti seminari di professori e ricercatori UniSalento e ISUFI - UniSalento, CNR, IIT e di responsabili aziendali (Alnylam, Materias), e la plenary lecture di Gianni Pozzi dell’Università di Siena, ricercatore di chiara fama nel campo della microbiologia e dello sviluppo dei vaccini. Alla tavola rotonda pomeridiana parteciperanno rappresentanti del mondo politico e del mondo imprenditoriale, dell’Università e della ricerca. Daranno un contributo alla discussione anche i responsabili del Distretto Tecnologico High Tech e del Laboratorio Diffuso di Ricerca Interdisciplinare Applicata alla Medicina (DREAM).

«Questo articolato programma di attività vuol esplorare prima di tutto il concetto di ecosistema complesso delle biotecnologie», sottolinea il professor Gian Pietro Di Sansebastiano, Delegato alla Valorizzazione della Ricerca, «ma anche mettere in luce il mondo del biotech salentino, che vede il suo centro operativo nel campus universitario di Ecotekne e, nelle immediate vicinanze, il vasto insieme di realtà imprenditoriali e di ricerca. Grazie a questo vivace ecosistema, i laureati magistrali a Lecce godono di un ampio ventaglio di opportunità. Il Consiglio Didattico dei corsi di laurea in Biotecnologie rileva annualmente il fabbisogno di biotecnologi ad alto grado di formazione, e allo stesso tempo anche la scarsa conoscenza da parte dei giovani salentini delle svariate opportunità di lavoro e occupazione in campo biotecnologico presenti sul territorio. Quest’iniziativa vuole quindi offrire un quadro d’insieme della realtà biotecnologica leccese e, al tempo stesso, rafforzare la rete di rapporti scientifici, imprenditoriali e istituzionali esistenti o favorire l’instaurarsi di nuovi rapporti di collaborazione. Un indicatore del fermento del settore, nel mondo dei giovani aspiranti imprenditori, è rappresentato dalla risposta del territorio a competizioni come la Start Cup Puglia 2019 – Premio regionale per l’Innovazione. Nella categoria Life Science la provincia di Lecce ha espresso quest’anno sei proposte contro le non più di due per ognuna delle altre province».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’istituto Tecnico Superiore sbarca a Gallipoli: inaugurati lavori del nuovo biennio

  • Servizi sanitari per paziente straniero: incontro in streaming per personale Asl

Torna su
LeccePrima è in caricamento