Mercoledì, 22 Settembre 2021
LeccePrima

"Giulia non esce la sera", storia di amori incompiuti

Giuseppe Piccioni torna alla regia, dopo cinque anni dal suo ultimo lungometraggio ci presenta, con la sua solita delicatezza e un leggero tocco di surrealismo, storie di amori incompiuti

364044

Regia di Giuseppe Piccioni
Con: Valerio Mastandrea, Valeria Golino, Sonia Bergamasco, Piera Degli Esposti, Domiziana Cardinali.
Genere: drammatico
Durata: 105'
Produzione: Italia 2008

Giuseppe Piccioni torna alla regia, dopo cinque anni dal suo ultimo lungometraggio ("La vita che vorrei"), con il film "Giulia non esce la sera". Guido (Valerio Mastandrea) è uno scrittore di successo, candidato a vincere un importante premio letterario, coccolato dalla sua editrice (Piera Degli Esposti), sposato con una bellissima moglie (Sonia Bergamasco) e padre di un'adolescente acuta e intelligente. Apparentemente il ritratto di un uomo che non ha niente da desiderare, nella realtà, invece, Guido è meno gratificato di quanto sarebbe lecito ritenere.

Egli è un essere umano in affanno: in difficoltà con il lavoro, è alle prese con due spunti poco interessanti per un nuovo libro; in piena crisi matrimoniale, è ormai diventato quasi indifferente alla sua compagna e, come se non bastasse, è un genitore a disagio con la figlia adolescente che, problematica e inquieta, ha assunto, nei suoi confronti, il ruolo di una sorta di coscienza alternativa. Un giorno s'iscrive in piscina per imparare a nuotare e incontra Giulia (Valeria Golino), bella e misteriosa maestra di nuoto, con un velo d'infinita malinconia negli occhi. Giulia non esce la sera, non per pigrizia, ma perché sconta una lunga condanna per omicidio ed è in regime di semilibertà.

Attratto da lei, Guido inizia una relazione sentimentale parallela a quella con la moglie. Anche questa volta, Giuseppe Piccioni racconta storie comuni, di esseri umani senza veli, rappresentati così come sarebbero se fossero reali, persone e non personaggi. Guido è un uomo medio, in bilico tra conformismo e desiderio di cambiamento, che ha incontrato un successo che egli stesso non si riconosce. Trova Giulia e la ama, ma senza il coraggio necessario per darle la forza di andare avanti. Al contempo, gli manca l'entusiasmo per tornare dalla moglie. Giulia, invece, nel suo passato, di coraggio ne ha avuto anche troppo. Una donna forte che, però, ha bisogno di un sostegno che, forse, Guido non è in grado di darle.

Il regista ci presenta, con la sua solita delicatezza e un leggero tocco di surrealismo, storie di amori incompiuti che vedono un uomo e una donna al centro della narrazione. Entrambi alla ricerca di qualcosa che hanno perso (Giulia dell'affetto della figlia e Guido della sua creatività), s'incontrano, si avvicinano, si toccano e si allontanano per sempre. Una bellissima colonna sonora firmata dai Baustelle e alcuni classici della musica francese accompagnano le immagini del film.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Giulia non esce la sera", storia di amori incompiuti

LeccePrima è in caricamento