rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
L'iniziativa / Carpignano Salentino / località Grottelle

Pale, sacchi e guanti: bambini piantano 66 nuovi alberi di ulivo

L’iniziativa di sensibilizzazione per celebrare la terra e il paesaggio a Carpignano Salentino organizzata da Lions Club Santa Croce e associazione Olivami: appuntamento in località Grottelle

CARPIGNANO SALENTINO - Saranno le bambine e i bambini della Grecìa salentina a piantare 66 nuovi alberi di ulivo per celebrare la Terra e il paesaggio venerdì 3 maggio dalle 9:30 alle 12 a Carpignano Salentino.  

Protagonisti della giornata di sensibilizzazione organizzata da Lions Club Santa Croce ETS e Associazione Olivami i piccoli studenti delle terze classi dell’istituto comprensivo di Martano con Carpignano Salentino e Serrano e dell’istituto comprensivo Corigliano d’Otranto, Melpignano e Castrignano de’ Greci.

Muniti di zappe, pale, secchi e guanti per giardinaggio, i piccoli agricoltori seguiranno le buone pratiche spiegate dagli esperti per piantare gli ulivi nel campo. Si comincia con la lezione di biodiversità e tutela dell’ambiente e una riflessione condivisa sull’importanza dell’olivicoltura e sugli effetti della Xylella. Saranno i volontari e gli esperti di Olivami a guidare i piccoli studenti nella piantumazione e cura degli ulivi, simbolo identitario del Salento.

E come ogni giornata in campagna che si rispetti, gli studenti avranno una pausa “marenna” (merenda) offerta da Lions Club Santa Croce. Il programma mira a fornire agli studenti un'esperienza pratica e significativa nella tutela dell'ambiente, promuovendo al contempo la collaborazione comunitaria, il senso di responsabilità verso la natura e la consapevolezza della bellezza del proprio territorio.

Al termine dei lavori in campagna Lions Santa Croce Ets e Associazione Olivami consegneranno agli studenti il riconoscimento di “custode della Terra”. L’associazione Olivami attraverso lo strumento dell’adozione delle piante ha rigenerato 150 ettari nel Salento, piantato 30.000 nuovi ulivi e aiutato 230 contadini a riavviare l’olivicoltura. La Puglia è stata la regione più colpita dalla Xylella, il batterio killer degli ulivi. La produzione dell’olio pugliese è calata di circa l’80%, con oltre 20 milioni di ulivi andati persi.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pale, sacchi e guanti: bambini piantano 66 nuovi alberi di ulivo

LeccePrima è in caricamento