rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Green

Sospetto inquinamento dei pozzi: dopo l'interrogazione in Regione, controlli Arpa e Aqp

Le analisi di laboratorio hanno evidenziato la presenza di sostanze nocive nelle acque della zona. Lo scorso 15 novembre il consigliere regionale Paolo Pagliaro aveva interrogato con urgenza l’assessora all’Ambiente Anna Grazia Maraschio. Ora disposte le verifiche

BARI – L’interrogazione urgente, presentata da Paolo Pagliaro all’assessora Anna Grazia Maraschio il 15 novembre scorso, riceve ora una risposta: la Regione dispone controlli sui pozzi artesiani di Torre Chianca da parte di Arpa (Agenzia regionale protezione ambiente) e Acquedotto Pugliese. Le risultanze emerse dalle analisi laboratoriali hanno dato infatti ragione a quei sospetti, accertando oltre il limite tollerabile i livelli di sostanze ritenute nocive per la salute dell’uomo.

Il consigliere regionale e capogruppo di “La Puglia domani” ha sollecitato verifiche tecniche sui pozzi della marina leccese, dove nelle scorse settimane i cittadini avevano segnalato la sospetta presenza di sostanze inquinanti, denunciando un aspetto torbido e un cattivo odore di quelle acque. Pagliaro ha così inoltrato una missiva ad Arpa e ai vertici di Aqp per accertare le cause dei valori anomali rilevati dalle analisi di laboratorio delle acque e l’eventuale inquinamento della falda. I controlli avevano messo in luce una elevata concentrazione di azoto nitrico, cloruri e sodio nelle acque: i cittadini chiedono ora la conferma della potabilità. “Chi vive in quella località non può più utilizzare l’acqua non solo per bere, ma anche per gli usi domestici, ed è costretto a ricorrere a mezzi di fortuna come autobotti  e cisterne”, scrive il consigliere Pagliaro

“Solo due giorni fa, in risposta alla mia interrogazione, è giunto il riscontro degli uffici competenti: la sezione Autorizzazioni ambientali e il servizio Aia del Dipartimento ecologia e paesaggio. Ed è un riscontro che, purtroppo, ci dà ragione, e sollecita Arpa Puglia e Acquedotto Pugliese a “provvedere con sollecitudine, per quanto di competenza, alla verifica delle cause dell’eventuale inquinamento, al monitoraggio e al controllo sulla qualità delle acque dei pozzi artesiani presenti nel territorio della marina di Torre Chianca, per fornire chiari indirizzi alla cittadinanza”, conclude il presidente del Movimento Regione Salento.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospetto inquinamento dei pozzi: dopo l'interrogazione in Regione, controlli Arpa e Aqp

LeccePrima è in caricamento