rotate-mobile
Green

Assorbenti ecologici e gratuiti: il sindacato studentesco Link ottiene i dispenser nei plessi universitari

Una richiesta partita da una mozione presentata da Link Lecce e approvata il 30 novembre 2019 in Consiglio degli studenti

LECCE – Il sindacato studentesco ottiene l’installazione dei dispenser con assorbenti gratuiti e sostenibili. Una richiesta partita da una mozione presentata da Link Lecce e approvata il 30 novembre 2019 in Consiglio degli studenti. Durante la seduta odierna del Consiglio di amministrazione, a seguito delle interlocuzioni e delle numerose commissioni con l’amministrazione centrale, l’approvazione definitiva che dà il via libera all'installazione dei dispositivi sanitari.

Questi ultimi saranno posizionati nei vari plessi accademici: in quello di Economi e nel Disteba; nell’edificio R2, nella Biblioteca interfacoltà dello Studium 2000, nell’edificio Codacci Pisanelli, presso l’Ex Inapli e nel presidio medico.

“Nonostante i tempi di attuazione siano stati lunghi, condizionati dalla fase pandemica, esprimiamo soddisfazione per la misura attuata sotto nostra richiesta dall’ateneo. Da anni portiamo avanti questa battaglia politica in Università, ritenendo che il tema dell’accessibilità economica ai prodotti di igiene intima sia un punto fondamentale di cui le istituzioni devono occuparsi.

Dal 2019 come Link Lecce abbiamo inserito delle tampon box in tutte le sedi dell’Università, permettendo alla componente accademica tutta, non solo alle studentesse, di poter avere assorbenti gratuiti in caso di bisogno. L’approvazione di oggi non rappresenta solo un passo in avanti per le studentesse del nostro ateneo, ma anche una chiara e forte presa di posizione contro l’inaccessibilità economica di beni di prima necessità”, dichiara Laura Perrone, consigliera di amministrazione e coordinatrice di Link Lecce.

“Inoltre, siamo orgogliosi di annunciare che gli assorbenti forniti nei dispenser saranno 100% biologici, senza plastica, ipoallergenici, privi di profumi, cloro e fibre sintetiche. Questi assorbenti possono essere smaltiti nell’organico, a differenza del 95% dei prodotti simili presenti sul mercato, e si biodegradano in soli 3 mesi”, conclude.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assorbenti ecologici e gratuiti: il sindacato studentesco Link ottiene i dispenser nei plessi universitari

LeccePrima è in caricamento