Attenti al lupo, la Provincia pronta a un piano per la tutela degli esemplari

Sarà avviato un protocollo tra Palazzo dei Celestini e gli enti parco locali. L'idea dopo i recenti, nuovi avvistamenti nel Salento

Il lupo avvistato nel 2017 fra Tricase e Otranto.

LECCE - La presenza del lupo nel Salento è ormai un fatto assodato. Non se ne parla certo da oggi, ma da almeno tre anni. Il recente caso di Otranto, però, con un esemplare catturato, dato che rischiava di ferire i passanti, e ora sotto osservazione nel Centro tutela fauna del Monte Adone, nell’Appennino tosco-emiliano, più altri avvistamenti, hanno spinto la Provincia di Lecce a mettere in atto un vero e proprio Piano di monitoraggio e gestione, tramite un provvedimento siglato dal presidente della Provincia di Lecce Stefano Minerva.

L’idea di Palazzo dei Celestini da attuare è quella di un Piano per guidare la conservazione e gestione del lupo, attraverso il coordinamento delle azioni da intraprendere ai diversi livelli istituzionali (comunitario, nazionale, regionale), per assicurare la sua persistenza e minimizzare i conflitti con le attività dell’uomo.

A tale scopo, sarà avviato un protocollo d’intesa tra la Provincia di Lecce e gli enti parco presenti sul territorio. Saranno interessate anche le aree protette e i territori in cui è accertata la presenza del lupo. Si dovrà costituire un tavolo tecnico permanente per la mappatura del territorio provinciale, in modo da verificare la presenza del lupo e individuare le misure di monitoraggio e di protezione.

Spiega il comandante della polizia provinciale, Antonio Arnò: “La Provincia di Lecce, nell’ambito delle funzioni di tutela e valorizzazione del territorio, intende perseguire questa campagna di monitoraggio del lupo per verificarne la presenza e garantire la specie, anche secondo le direttive comunitarie, e poi attivare un piano di gestione che possa assicurare la convivenza con l’uomo. Gli interventi saranno principalmente diretti a verificare la presenza effettiva e permanente del lupo e, quindi, poi porre in essere tutti gli strumenti previsti dalla normativa vigente”.

Gli obiettivi specifici che il Piano si propone sono: costituire il documento di riferimento per la conservazione e gestione della specie in tutto il suo areale e per tutte le sue implicazioni economiche e sociali, e fornire un quadro delle norme e delle azioni che verranno intraprese per la conservazione e gestione della specie. Ancora: evidenziare le azioni critiche per la gestione del lupo nel territorio salentino e in quello regionale, nonché gli interventi di carattere economico – suddivisi tra i vari enti partecipanti – che, da un lato, servono alla piena attuazione delle misure di protezione del lupo e, dall’altro lato, ad individuare misure specifiche di carattere economico a favore di agricoltori e allevatori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Affinché il piano possa raggiungere i suoi obiettivi, saranno necessari la condivisione e la partecipazione di tutte le amministrazioni competenti (Ministeri interessati, Regioni, Province autonome, parchi nazionali), che provvederanno alle attività previste nel Piano nell’ambito delle risorse finanziarie, umane e strumentali disponibili a legislazione vigente. Termine l’applicazione e per la verifica degli obiettivi, due anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • “Vai a casa mia e sposta tutto”. Ma vedono il messaggio e trovano la droga

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Colpo in testa e via con i soldi: portiere dell’hotel aggredito per rapina

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento