Cesine, lavori in corso per rendere la riserva sempre più fruibile al pubblico

Staccionate per delimitare i percorsi dell'area visitabile, panche e sedie per creare aule scolastiche a cielo aperto, cestini e bacheche informative per orientarsi meglio, e ancora parcheggi per biciclette: al via i lavori in un progetto ideato dall'Arif, nel rispetto dell'habitat

VERNOLE – Perdersi nelle Cesine? Non accadrà più. Fra i lavori in via d’esecuzione, sono previste infatti staccionate in legno di castagno per circa 4 chilometri. Delimiteranno i percorsi dedicati ai visitatori che s’inoltrano nella riserva naturale in territorio di Vernole. Questo e molto altro nascerà a breve nell’oasi. Miglioramenti per rendere l’area sempre più fruibile.  

Il progetto è stato realizzato dai tecnici dell'Agenzia per le attività irrigue e forestali e finanziato attraverso la Misura 227 - Azione III "Valorizzazione turistico - ricreativa dei boschi" del programma di sviluppo rurale promosso dalla Regione Puglia. Ovviamente, tutto nel più completo rispetto dell'habitat. 

Gli interventi sono appena iniziati. E la staccionata che delimita il percorso delle visite guidate è solo il primo intervento, che servirà a scongiurare problemi sorti in diversi casi, con smarrimento temporaneo di bambini e adulti meno esperti nell’intricata selva di un’area molto vasta.

Il progetto prevede anche la sistemazione di parcheggi per le biciclette, spesso lasciate ad oggi ridosso degli alberi, di cestini per i rifiuti e l'installazione di bacheche per ricordare il divieto di caccia e fumo all'interno della riserva e per fornire indicazioni specifiche sulla flora e la fauna dell'oasi.

Le bacheche recheranno anche indicazioni per aiutare i visitatori a orientarsi meglio. Saranno realizzate e collocate in diversi punti anche cinquanta panche con doppia seduta e tavolo al centro. In questo modo, parti dell’oasi, spesso frequentate da visite scolastiche, si trasformeranno in aule didattiche all'aperto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’obiettivo principale del progetto – spiega il direttore dell'Arif, Giuseppe Taurino – è garantire una corretta gestione della riserva nelle sue diverse funzioni, da quella ricreativo-ambientale a quella di tutela della biodiversità. Abbiamo puntato a favorire una gestione multifunzionale dell’area, esaltandone il valore sociale, ricreativo e turistico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

  • Finanziamenti con documenti falsi, al terzo tentativo scattano le manette

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento