Mercoledì, 16 Giugno 2021
life

Melendugno, le marine diventeranno ecomuseo. Con la partecipazione di tutti

Giunge alla fase conclusiva di un processo del Servizio assetto del territorio della Regione insieme al Comune con l'obiettivo di valorizzare, riqualificare e salvaguardare il paesaggio costiero. I cittadini potranno discutere e votare il progetto preferito per valorizzare il territorio

Suggestiva immagine di Roca.

MELENDUGNO – Un ecomuseo del paesaggio costiero per garantire la tutela delle emergenze ambientali, architettoniche, archeologiche e urbane. E per connetterle a un sistema di waterfront e sentieri naturalistici delle coste, con incremento di infrastrutture.

E’ questo, in estrema sintesi, il progetto lanciato dal Comune di Melendugno e che sarà presentato ufficialmente domani mattina, alle ore 10, presso la sala consiliare. Si tratta della fase conclusiva di un lungo processo intrapreso dal Servizio assetto del territorio della Regione Puglia insieme al Comune di Melendugno con l’obiettivo di valorizzare, riqualificare e salvaguardare il paesaggio costiero.

Le marine di Melendugno sono oggetto, infatti, di un'attività sperimentale di progettazione partecipata. Protagonisti ne sono i cittadini, come e i soggetti pubblici e privati, chiamati ad immaginare e progettare il futuro della costa ed una sua corretta fruizione.

A illustrare l’iniziativa saranno il sindaco Marco Potì e il coordinatore del progetto, l’architetto Giulio Vito Ciccarese. Il 18 dicembre, poi, presso “Nuovo Cinema Paradiso”, in piazza Risorgimento, a Melendugno, arà previsto un incontro pubblico di presentazione, al quale parteciperanno Angela Barbanente, vice presidente della Regione Puglia e assessore all’Assetto del territorio e Ignacio Gonzalez Galan, dottore di ricerca in architettura presso la Princeton Univercity di New York. I relatori illustreranno gli obiettivi di qualità e sostenibilità che gli interventi proposti dalla cittadinanza dovranno rispettare.

Il 19, poi, presso il centro culturale Rina Durante di via Salvatore Potì a Melendugno, sarà possibile prendere parte ai tavoli di urbanistica partecipata per confrontarsi su criticità e risorse e proporre gli interventi per migliorare la costa. Dal 27 dicembre al 3 gennaio, infine, sul sito www.marinemelendugno.me, oppure recandosi presso le piazze di Melendugno e Borgagne, sarà possibile votare l’intervento preferito. I più votati saranno oggetto di un concorso internazionale finalizzato a ottenere un progetto definitivo esemplare per sostenibilità e qualità architettonica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Melendugno, le marine diventeranno ecomuseo. Con la partecipazione di tutti

LeccePrima è in caricamento