Venerdì, 18 Giugno 2021
life

Spedizione “pulitiva” sulla costa cesarina. Via i rifiuti dalle spunnulate

Parte da Torre Castiglione la giornata ecologica inserita nella tappa internazionale di "Puliamo il Mondo". Il 23 sulle doline carsiche

PORTO CESAREO -  Volontari e studenti pronti a riunirsi domani mattina sulla costa ionica  per dar manforte alla pulizia collettiva delle “spunnulate”, le doline carsiche patrimonio naturalistico della costa di Porto Cesareo. L’iniziativa si inserisce nell’ambito della manifestazione internazionale Puliamo il Mondo ed è una tappa imprescindibile dell’azione di tutela e monitoraggio avviato dal circolo locale di Legambiente sin dal 2004. L’edizione legata alla giornata ecologia di quest’anno si articola in due giornate.

Domani mattina a partire dalle 9,30 parte la spedizione “pulitiva” lungo la costa con particolare interessamento delle spunnulate di Torre Castiglione. Il 23 settembre prossimo invece l’appuntamento è presso la torre costiera di Torre Lapillo dove, dalle 18, si svolgerà il convegno tematico: "Spunnulate: approfondimenti morfologici, speleologici ed ecologici".

Caratteristiche e tematiche di rilevanza naturalistica e ambientale saranno trattati a più voci dal sindaco di Porto Cesareo, Salvatore Albano, da Luigi Aquaro, presidente del circolo di Legambiente, Marcello Lentini, presidente del Gruppo speleologico leccese “Ndronico”, Gianluca Selleri, presidente della Federazione speleologica pugliese. E ancora da Vincenzo Martimucci, presidente della Società speleologica italiana, Tarcisio Basile, responsabile della Riserva regionale “Palude del Conte e Duna Costiera-Porto Cesareo”, Paolo D'Ambrosio, direttore dell’Area marina protetta di Porto Cesareo, Mario Parise, del dipartimento scienze della Terra dell’Uniba e dal naturalista Sergio Fai.

Spunnulata-2“L’appuntamento che prende avvio da domani” spiega il sindaco Albano “è un valido momento di incontro e confronto. Un’occasione perché tutti si attivino direttamente per contribuire, anche con pochi gesti, all’attività di monitoraggio e pulizia del territorio. Invitiamo tutti a partecipare numerosi”.

L’edizione 2017 di Puliamo il Mondo in versione cesarina è realizzata in collaborazione con la Società speleologica italiana, il Gruppo speleologico 'Ndronico di Lecce, il Centro di educazione ambientale di Porto Cesareo e con il patrocinio del Comune, dell’Area marina protetta, Italia Nostra, la Federazione speleologica Pugliese, Sigea, l’Associazione italiana scienze ambientali Puglia.

“Nel venticinquesimo anniversario di questa grande iniziativa” dice Luigi Massimiliano Aquaro, presidente del circolo Legambiente di Porto Cesareo, “occorre rimboccarsi le maniche per davvero e mobilitarsi per fare gesti concreti a favore dell’ambiente. Non è sufficiente fotografare ciò che non va e restare dietro una tastiera in attesa che altri facciano nella battaglia per la tutela dell’ambiente. Non si è mai troppi, e c’è posto per tutti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spedizione “pulitiva” sulla costa cesarina. Via i rifiuti dalle spunnulate

LeccePrima è in caricamento