Viale Calasso, l'incubo dei pedoni: nasceranno due nuovi attraversamenti

Uno sarò rialzato e partirà dalle mura urbiche. L'altro sarà allargato e dotato di un nuovo sistema di illuminazione

Uno degli infiniti incidenti sul viale.

LECCE – Viale Calasso, l’incubo dei pedoni, verso una riqualificazione. Con la nascita di due nuovi attraversamenti che dovrebbero rendere molto più sicuro l’attraversamento a piedi da un marciapiede all’altro. Solo il 30 settembre scorso, l’ennesimo investimento, con una giovane donna finita in ospedale con una costola fratturata. La Giunta comunale leccese, dunque, ha approvato un progetto esecutivo che prevede un impegno di spesa pari a 63mila euro, di cui 28mila per risorse stanziate dal Mit (ottenute tramite bando della Regione Puglia) e 35mila per la quota di co-finanziamento del Comune.

I lavori dovrebbero aumentare la sicurezza per pedoni e consentiranno di procedere al rifacimento degli attraversamenti di fronte al plesso universitario “Sperimentale Tabacchi” come previsto dalla convenzione sottoscritta da Comune e Università del Salento per l’utilizzo dei parcheggi di Principe Umberto e via Adua.

Un primo attraversamento, realizzato ex novo, sarà rialzato. Nascerà in corrispondenza dell’ingresso delle antiche mura urbiche. Come già avvenuto in viale Leopardi, si procederà alla sopraelevazione della carreggiata fino al livello del marciapiede, unendo la sponda del parco con quella dello “Sperimentale Tabacchi”. I pedoni saranno più visibili, le auto dovranno rallentare e sarà molto più agevole il transito per i disabili. A tale proposito, saranno realizzati anche accorgimenti necessari per agevolare l’attraversamento di chi è privo della vista. L’attraversamento sarà collocato all’altezza di una rampa già realizzata nell’ambito dei lavori del parco delle mura che oggi non è servita da strisce pedonali.

attraversamento rialzato-2

Il secondo intervento, invece, servirà a migliorare la sicurezza di un attraversamento pedonale già esistente in corrispondenza dell’entrata principale dello “Sperimentale Tabacchi” e della fermata dell’autobus. Non si procederà con il rialzamento perché è stata calcolata, a quell’altezza, una minore velocità media dei veicoli. L’attraversamento, dunque, resterà in piano rispetto alla sede stradale, ma vi sarà un allargamento di circa 1,5 metri dell’isola salvagente, con l'installazione di un impianto di illuminazione sistema Slp (attraversamento pedonale luminoso). Questo prevede, su ognuno dei due lati, un palo in acciaio con un braccio aggettante di circa 5/6 metri e con barra luminosa superiore a led dimensionata in modo da illuminare l’intero attraversamento per singola carreggiata.

attraversamento luminoso-2

“Interveniamo su un viale che oggi presenta un grado elevato di pericolosità per chi attraversa la strada – dichiara l’assessore alla Mobilità sostenibile Marco De Matteis –: studenti universitari, turisti, cittadini che usufruiscono del Parco delle mura urbiche. Miglioriamo poi la sicurezza delle persone con disabilità, alle quali fino ad oggi non era garantito di poter attraversare in condizioni di effettiva protezione. Questo intervento – aggiunge - si integra con il lavoro di rifacimento delle strisce pedonali in colato plastico che prosegue di notte su tutta la circonvallazione e che interessa trenta attraversamenti, tutto a beneficio di chi si muove a piedi in città”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Lecce usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi frode col gasolio agricolo, undici arresti e 64 indagati

  • Anziana madre non ha sue notizie da giorni e chiede aiuto: 49enne trovato senza vita

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Coronavirus “sensibile” ai fattori ambientali: studio di un fisico su temperatura ed escursioni termiche

Torna su
LeccePrima è in caricamento