rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Cambiare le abitudini

A scuola a piedi per l'ultimo tratto: una settimana di sperimentazione

Da lunedì 23 a venerdì 27, partendo da due punti di ritrovo, Porta Napoli e via Stampacchia. Gli alunni del De Amicis saranno accompagnati da almeno due volontari

LECCE - Durante la prossima settimana gli alunni delle classi dei primi tre anni della scuola primaria II circolo  ?De Amicis? potranno raggiungere a piedi, nella massima sicurezza, la sede dell'istituto, accompagnati da due volontari e da genitori eventualmente disponibili.

L'iniziativa, nota come Pedibus, è realizzata in collaborazione tra il settore Mobilità sostenibile e Polizia municipale del Comune di Lecce, Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta (Fiab) e il Movimento LeccePedala. Si tratta di una sperimentazione in vista del prossimo anno scolastico, per il quale si punta a rendere continuativa questa alternativa ai tradizionali mezzi di accompagnamento, almeno per l'ultimo tratto del percorso. 

Sono previsti due punti di ritrovo, a Porta Napoli e in via Stampacchia, con partenza alle 7.50 per l'entrata in classe e 5 minuti dopo la campanella di fine giornata che è alle 13.25 dal lunedì al giovedì e alle 12.55 il venerdì. I volontari saranno riconoscibili dalle pettorine. Nel modulo di adesione, distribuito in questi giorni a scuola, i genitori possono indicare il punto di raccolta preferito (per tutto il periodo di durata del pedibus) e  comunicare anche l'eventuale disponibilità ad accompagnare, indicando giorni e orari.

Il primo giorno insieme ai bambini ci saranno anche il sindaco, Carlo Salvemini, e l'assessore alla Mobilità, Marco De Matteis che ha spiegato il senso dell'iniziativa: ?Il pedibus è una buona pratica che contribuisce a decongestionare le vie e le piazze di accesso alle scuole dal traffico automobilistico, per consentire ai bambini un ingresso a scuola più sereno e meno viziato dai gas di scarico delle auto ? dichiara l?assessore alla mobilità sostenibile Marco De Matteis ? Ringrazio il dirigente, i docenti, i rappresentanti dei genitori e le famiglie che vorranno partecipare del II Circolo De Amicis per aver garantito la collaborazione fattiva della scuola. Il rapporto tra Comune e Istituti scolastici e tramite essi le famiglie e i docenti è fondamentale per costruire insieme quel cambiamento che auspichiamo a beneficio dei nostri bambini. E ringrazio Fiab e LeccePedala che con la loro disponibilità, passione ed esempio rappresentano un movimento di cittadinanza attiva fondamentale per costruire insieme una mobilità più sostenibile per la città?.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A scuola a piedi per l'ultimo tratto: una settimana di sperimentazione

LeccePrima è in caricamento