Rete ciclopedonale leccese: finanziato un altro progetto per 8 chilometri

L'importo approvato è di 690mila euro: dalla stazione fino a Borgo San Nicola passando per via Merine, Settelacquare, ex Foro Boario, Mura Urbiche

LECCE – Un nuovo progetto per la realizzazione di percorsi ciclabili e ciclopedonali sul territorio delle città di Lecce è stato ammesso a finanziamento dalla Regione Puglia per 690mila euro.

“Vogliamo portare la città su due ruote. Perché a Lecce ci sono mille buone ragioni per preferire la bicicletta all'automobile, perché la sostenibilità degli spostamenti in città incide sulla qualità della vita di tutti i cittadini – ha dichiarato il sindaco Carlo Salvemini – ed è un obiettivo di mandato che ci siamo dati, insieme, fin dal 2017. Spingendo sui pedali delle nuove infrastrutture e di una nuova cultura della mobilità sostenibile siamo determinati a raggiungerlo”.

Il progetto prevede interventi per circa 8 chilometri, di cui alcuni ex novo e altri di ricucitura tra percorsi già esistenti per collegare la stazione ferroviaria, il palasport via Merine, il parcheggio di interscambio di Settelacquare, le Mura Urbiche, il parcheggio di interscambio presso l’ex Foro Boario e Borgo San Nicola. Questo percorso si connetterà con l’altro, finanziato nel 2017 e ora in fase di avvio di cantiere, che collegherà il Parco di Belloluogo con il Parco Archeologico di Rudiae.

“Otteniamo un ottimo risultato, gli interventi finanziati sono un tassello fondamentale della rete ciclabile che, una volta ultimata, consentirà di attraversare la città in piena sicurezza su due ruote – ha commentato con soddisfazione l'assessore alla Mobilità sostenibile Marco De Matteis – Questi interventi genereranno nuove opportunità per i cittadini che si muovono in bici: interscambio nei parcheggi di Foro Boario e Settelacquare, attraversamento del Parco della Mura Urbiche, collegamenti sicuri con Borgo San Nicola e con il quartiere attorno a Via Merine che è una zona in grande espansione e ha potenzialità strategiche anche sul tema della sosta e dell'interscambio con la rete del trasporto pubblico”. 

Sono diversi gli interventi già finanziati in tema di mobilità ciclopedonale: il completamento della pista ciclabile di viale Giovanni Paolo II, fino alla circonvallazione e la zona di piazza Ariosto, poi ci sono quelli già in corso di realizzazione, come la nuova pista ciclabile tra zona industriale e rotatoria di viale della Repubblica e la velostazione che avrà sede presso l’ingresso della stazione ferroviaria dopo la fine dei lavori per il ribaltamento.

Un gruppo di associazioni incalza

Le novità annunciate non bastano però a un pezzo di associazionismo di settore, piuttosto critico nei confronti dei ritardi dell’amministrazione nella predisposizione di una rete ciclabile di emergenza. Adoc Lecce, Ciclopica, Contropedale, Fiab Lecce Cicloamici, Fucina Salentina, Mo.Bici, Salento Bici Tour, VulcanicaMente Project, www.salento.bike scrivono, infatti, in una nota: “Mentre molte altre città, come Bologna e molte altre, hanno predisposto e realizzato piani urgenti per incentivare la ciclabilità post-lockdown, Lecce è ferma al palo, non avendo ad oggi posto in essere nessun intervento di questo tipo. Proprio nel momento in cui tanti cittadini leccesi decidono di utilizzare il bonus governativo per l’acquisto di bici e si prevede di incentivare i servizi di sharing anche per i monopattini elettrici, diventa decisivo offrire l’opportunità di percorsi sicuri, non di passeggiate all’aria aperta, ma di effettivi spostamenti (casa-lavoro, casa-scuola, casa-servizi, ecc.). Tanto più ora che diventa più difficile puntare su un trasporto pubblico che non potrà rispondere alle nuove esigenze di sicurezza dei cittadini leccesi”.

Tra le principali richieste avanzate la realizzazione di assi radiali per collegare in maniera più efficiente centro e periferia, l’istituzione nel centro storico di una Ztl permanente, la realizzazione di strade scolastiche e aree cuscinetto, di case avanzate in prossimità degli incroci e l’estensione al polo universitario di Ecotekne del progetto di pista ciclabile per il Parco Archeologico di Rudiae.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si scontra con un'auto e vola dalla bici, grave un 11enne

  • Mistero a Nardò: dopo la cena con marito e figli scompare nel nulla

  • In acqua per fare snorkeling, annega mamma 44enne in vacanza

  • Auto reimmatricolate in Italia con documenti falsi: un salentino nei guai

  • Malore mentre si trova in acqua: riportato a riva, ma ormai senza vita

  • Vento e pioggia, strade trasformate in fiumi. Auto in panne e allagamenti

Torna su
LeccePrima è in caricamento