rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Green

Abbandono di rifiuti e parcheggi abusivi: nel Salento ambiente sotto scacco

Nell’ambito del rilancio del Nucleo di vigilanza ambientale da parte della Regione Puglia registrate 22 informative all’autorità giudiziaria e 84 infrazioni nelle province di Lecce e Brindisi

LECCE – Delle 552 infrazioni rilevate in Puglia dai vigilanti ambientali nel 2022, 84 sono state commesse tra le province di Lecce e Brindisi. E su 129 segnalazioni inviate alla Procura della Repubblica, 22 riguardano i due territori: 12 sono relative all’abbandono illecito di rifiuti, una all'ipotesi di reato di abusivismo e le restanti nove al fenomeno dei parcheggi abusivi. Il totale dei verbali elevati tra le aree provinciali confinanti ammonta a circa 67mila euro.

Il personale del Nucleo di vigilanza ambientale, che svolge a tutti gli effetti funzioni di polizia giudiziaria, ha denunciato sul territorio regionale nell’ultimo anno ben 525 persone per reati che vanno anche dall’attività venatoria illegale, passando per gli incendi e gli scarichi abusivi. Anche a Lecce intanto, come avvenuto nelle altre province pugliesi, sono stati consegnati nella mattinata di ieri più innovativi dispositivi di protezione ai dieci agenti del Nucleo di vigilanza ambientale. Si tratta del materiale normalmente fornito in dotazione alle forze dell’ordine, al quale si sono aggiunte nuove divise e attrezzature tecnologiche come i droni.

Tra i nuovi strumenti, messi a disposizione al Nucleo di vigilanza ambientale dall’assessorato alle Politiche ambientali della Regione Puglia, anche cinque veicoli: Jeep Renegade che andranno a sostituire i precedenti, vecchi mezzi, agevolando le attività ispettive nelle zone rurali.  “Il Nucleo rappresenta un patrimonio per la Regione, che ne deve curare attività e costante aggiornamento professionale. Proprio la presenza di personale altamente specializzato in ambito di tutela ambientale consente di pensare a nuove ed efficaci strategie di prevenzione degli illeciti, avvalendosi delle più aggiornate tecnologie”, ha dichiarato l’assessora regionale all’Ambiente, Anna Grazia Maraschio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbandono di rifiuti e parcheggi abusivi: nel Salento ambiente sotto scacco

LeccePrima è in caricamento