rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Green Gallipoli

Abbandonato e senza un occhio: volontari Oipa lanciano appello per curare un gatto

Si chiama Ares l’animale trovato sul litorale di Gallipoli. Gli operatori dell’Organizzazione internazionale di protezione animali chiedono aiuto per sostenere le spese

GALLIPOLI – Abbandonato e con un occhio enucleato: i volontari dell’Oipa, l’Organizzazione internazionale protezione animali traggono in salvo un gatto sul litorale di Gallipoli. È stato ribattezzato Ares l’animale recuperato mentre se ne stava rintanato in una zona poco frequentata nei mesi invernali.

“Ci chiediamo come abbia fatto a sopravvivere in quelle condizioni, non vedendo niente, rischiando di cadere dagli scogli e finire in mare”, scrivono gli operatori dell’organizzazione, che sospettano fortemente la mano dell’uomo dietro le condizioni del gatto. Quest’ultimo è stato subito affidato alle cure veterinarie, in attesa che l’occhio rimasto possa migliorare.

Ma i volontari lanciano un appello: “Ora abbiamo bisogno di una mano per coprire le spese veterinarie, di una mano sul cuore per poter fare fronte alle sue spese mediche viste le tante emergenze”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbandonato e senza un occhio: volontari Oipa lanciano appello per curare un gatto

LeccePrima è in caricamento