Sabato, 13 Luglio 2024
Il progetto / Ugento

Lotta agli incendi, droni alla polizia locale per sorvegliare il parco naturale di Ugento

Svolti due giorni mirati di addestramento sull'uso delle tecnologie più avanzate, grazie alle quali porre un argine ai roghi e agli illeciti in generale, a tutela dell'area naturale

UGENTO – Droni per sorvegliare il territorio dall’alto, in funzione della lotta agli incendi e agli illeciti in generale nel territorio del parco naturale regionale “Litorale di Ugento”, strumenti in mano agli agenti di polizia locale e al personale del Comune, i quali hanno svolto una formazione mirata.

L’ente che sovrintende il parco, infatti, è partner del progetto Efficientn2K e il 9 e il 10 luglio, presso il centro visite, si è svolto l’addestramento sull’uso delle tecnologie innovative per la sorveglianza e la gestione delle aree protette marine e costiere della rete Natura 2000.

Si tratta di un progetto, intitolato “Strengthening institutional collaboration on surveillance and enforcement in coastal and marine Natura 2000 sites”, finanziato dal Programma Interreg VI-A Italia-Croazia 2021-2027. L’obiettivo principale di questa iniziativa è stato quello di formare i partecipanti sull’uso delle nuove tecnologie, con un focus particolare sul pilotaggio di droni. Questi dispositivi sono equipaggiati con accessori per la fotogrammetria di precisione, il rilevamento dei principi di incendio e il monitoraggio del territorio.

e2c98514-cd90-4ae7-bacd-fcf11c703da3

Il primo giorno ha visto l’apertura delle attività con i saluti di benvenuto del sindaco Salvatore Chiga e del direttore Giuseppe Scordella, tra i relatori Alessandro Mariggiò, direttore della riserva naturale regionale “Litorale Tarantino Orientale” e Luciana Muscogiuri, biologa marina e senior project manager presso l’Area marina protetta di Porto Cesareo. La sessione del mattino ha incluso la presentazione di soluzioni innovative adottate per migliorare i sistemi di sorveglianza nelle aree naturali protette, seguita da una visita sul campo del parco ugentino.

Il secondo giorno è stato dedicato alla formazione pratica sull’uso dei droni, con sessioni sul campo ed esercitazioni pratiche. Grazie al contributo del progetto, ben nove brevetti sono stati acquisiti dal personale istituzionale preposto, dotando così gli agenti di polizia locale di Ugento e il personale del Comune di strumenti avanzati per il monitoraggio costante del territorio.

L'evento ha visto la partecipazione di rappresentanti di vari enti croati, tra cui Matea Spika dell’associazione Sunce di Spalato, Dominik Mihaljević del parco nazionale Kornati, Laura Ključe della contea di Dubrovnik Neretva e Boris Gavrić della contea di Spalato Dalmazia, dimostrando l’importanza della collaborazione internazionale nel proteggere le aree naturali.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta agli incendi, droni alla polizia locale per sorvegliare il parco naturale di Ugento
LeccePrima è in caricamento