Atti di nascita, riconoscimento e adozione: le istruzioni del Comune di Lecce

Ecco le modalità, i requisiti e i documenti da presentare per ottenere certificati relativi ai figli

Atto di nascita

Si tratta della denuncia obbligatoria di ogni nuovo nato. Vediamo quali sono le procedure da seguire nella città di Lecce.

I certificati anagrafici sullo smartphone

Come

La dichiarazione di nascita deve essere resa obbligatoriamente entro dieci giorni dalla nascita davanti all’ufficiale dello stato civile del comune di residenza della madre o nel comune ove è avvenuta la  nascita; in alternativa entro tre giorni presso la Direzione sanitaria dell’ospedale o casa di cura ove è avvenuta la nascita. In quest’ultimo caso, la dichiarazione è trasmessa all’ufficio di stato civile del comune di residenza della madre o, su richiesta dei genitori, al comune nel cui territorio è situata la struttura. Se i genitori del bambino sono coniugati la dichiarazione di nascita deve essere presentata da uno dei genitori unitamente all’attestazione di assistenza al parto rilasciata dal medico. Se invece i genitori non sono sposati, la denuncia di nascita deve essere presentata da entrambi i genitori.
All’atto della dichiarazione, i genitori attribuiscono al nuovo nato il nome che può essere composto da uno o più elementi onomastici, anche separati e non superiori a tre. Tutti gli elementi del nome dovranno essere riportati nelle certificazioni. Documenti da presentare all'atto della dichiarazione:
  • carta d'identità
  • attestazione di nascita

Contatti

Ufficio Dichiarazioni di nascita
Indirizzo sede: viale Aldo Moro, 34 - Primo piano
Tel: 0832.682524 - 0832.682525
Fax 0832.682527
Email: laura.settembrini@comune.lecce.it
Responsabili del procedimento: sig.ra Serenella Mazzeo e sig. Umberto Rizzo

Tempi e costi 

La dichiarazione viene registrata in tempo reale ed è gratuita.

Riconoscimento figlio

Il codice civile prevede che il riconoscimento di figlio nato fuori dal matrimonio possa essere effettuato anche prima della nascita del bambino. Tale dichiarazione può essere resa dalla madre o da entrambi i genitori contestualmente, innanzi all'Ufficiale dello Stato Civile di qualunque Comune, esibendo una certificazione medica attestante lo stato di gravidanza.
Un figlio nato fuori dal matrimonio, riconosciuto al momento della nascita da un solo genitore, può essere riconosciuto dall'altro genitore in qualunque momento successivo alla denuncia di nascita ed innanzi a qualsiasi Ufficiale dello Stato Civile.
Il genitore, che per primo ha proceduto al riconoscimento del figlio, se lo stesso non ha ancora compiuto i 14 anni, dovrà prestare il proprio consenso al nuovo riconoscimento, altrimenti l'assenso ricade sul figlio stesso.
Il riconoscimento successivo alla dichiarazione di nascita di un figlio minorenne non comporta l'automatica attribuzione del cognome paterno: i genitori devono inoltrare la richiesta al Tribunale Ordinario, solo dopo la trasmissione dei dati del riconoscimento allo stesso ente da parte dell'Ufficiale dello Stato Civile procedente. Il maggiorenne invece può, contestualmente al riconoscimento, rendere una scelta riguardo al proprio cognome.

Come

La dichiarazione deve essere resa recandosi presso l’Ufficio Nati, in viale Aldo Moro 34, al primo piano. Eventuali documenti da presentare:
  • carta d'identità;
  • nulla osta al riconoscimento (Cittadino straniero).
Numeri: 0832.682525 - 0832.682524
Fax: 0832.682527
Email: laura.settembrini@comune.lecce.it
Responsabili del procedimento: Mazzeo Serenella -  Rizzo Umberto

Atti di adozione

L'atto di adozione viene trascritto a seguito comunicazione del Tribunale per minori o dal tribunale ordinario. Il decreto di adozione è trascritto nei registri dello Stato Civile del Comune di residenza dei genitori per i minori o dell'interessato.
L'attuale normativa prevede che in concomitanza della trascrizione del decreto di adozione emesso dal Tribunale di Lecce sia inoltrato anche l'atto di nascita; pertanto questo sarà trascritto su richiesta dello stesso Tribunale. Qualora l'atto di nascita non pervenga assieme al decreto di adozione, i genitori adottivi dovranno richiedere la trascrizione del documento. Se l'adozione riguarda un maggiorenne la richiesta dovrà essere presentata dall'adottato.

Requisiti

Unico requisito è che uno dei genitori adottivi o l'adottato deve essere residente a Brindisi.

Documenti da presentare

Ci i dovrà recare al Comune provvisti dell'atto originale di nascita tradotto ed eventualmente legalizzato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento