LeccePrima

La realtà dei giovani in Altrisguardi Altrimondi, rassegna online di cinema, musica e arti visive

Parla di discriminazioni di genere, tematiche Lgbtqi*, bullismo, ma anche di Corpi / Sogni / Identità in tempi di pandemia e scuola a distanza il progetto Altrisguardi Altrimondi, una rassegna online di cinema musica e arti visive realizzata nell’ambito del Piano Nazionale Cinema per la Scuola promosso da MiBACT e MI attraverso la DaD (Didattica a Distanza) da un gruppo di 39 studentesse e studenti tra Lecce e Catanzaro

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Altrisguardi Altrimondi è la rassegna online di cinema musica e arti visive realizzata esclusivamente in DaD (Didattica a Distanza) da un gruppo di 39 studentesse e studenti del Liceo Classico e Musicale “Giuseppe Palmieri” di Lecce e del Liceo Scientifico “Luigi Siciliani” di Catanzaro che, in tempi di pandemia e lezioni virtuali, si sono confrontati su discriminazioni di genere, tematiche lgbtqi* e bullismo.

Una rassegna multidisciplinare, un lavoro corale e di co-creazione, ma anche un esperimento di comunicazione digitale in cui i giovani si sono cimentati nell’ideazione del concept, nella ricerca e selezione di cortometraggi e nella creazione di contenuti digitali e progetti artistici che saranno rilasciati nella rete venerdì 5 marzo alle 18.30. Altrisguardi Altrimondi è un progetto ideato da Big Sur e realizzato nell’ambito del Piano Nazionale Cinema per la Scuola promosso da MiBACT e MI, in collaborazione con La Festa di Cinema del reale, Salento Rainbow Film Fest, Altrove Festival, Fuck Normality Festival e atFest - Art & Technology Festival, Ecozine Film Festival, realtà molto attente al mondo dei giovani e all’espressione creativa con l’obiettivo di valorizzare la loro capacità di innovazione, sia sul versante tecnologico che sociale.

Altrisguardi Altrimondi è un’iniziativa unica nel suo genere: ha dato la possibilità a studenti e studentesse di confrontarsi su temi di attualità a partire dalla loro percezione personale; di formarsi nel campo della creatività e progettazione e di dare vita a nuove forme di aggregazione culturale, grazie alla tecnologia, che ha creato un ponte per il confronto e il dialogo tra le classi dei due istituti superiori del Sud Italia. È anche una metodologia: il progetto è stato pensato dagli studenti per gli studenti e per essere adottato da dirigenti, educatori e docenti come dispositivo per mettere in circolo le opinioni e gli sguardi delle nuove generazioni sul mondo, un format replicabile nelle scuole di tutta Italia.

’Grazie a Altrisguardi Altrimondi abbiamo esplorato i nostri corpi negli spazi che abitiamo, nei luoghi che accolgono le nostre emozioni, che si fanno custodi di sguardi, visioni, passioni sulle nostre vite e sul mondo. Abbiamo sentito la necessità di dire, muoverci, esprimere la nostra fisicità, entrare in relazione con gli altri, sognare, liberare qualcosa di potente’, dichiarano i giovani e le giovani direttrici artistiche che insieme ai loro compagni, editori, giornalisti e artiste digitali in erba, si sono misurati nella selezione dei corti della sezione ‘Cinema’ e nella creazione di contenuti inediti per le aree ‘Arti visive’ e ‘Musica’ del sito, supervisionati da un team di esperti, operatori culturali, direttori artistici dei festival coinvolti nella rete di questo progetto interregionale.

La rassegna si apre venerdì 5 marzo, alle 17.30, con una diretta Facebook sulla pagina di Big Sur (www.facebook.com/bigsur.it), capofila del progetto, che accoglie anche un intervento di Massimo Bray, Assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Puglia, e di Silvia Miglietta, Assessore al Welfare del Comune di Lecce, tra i partner della rete. Alle 18.30 l’appuntamento si sposta sulla piattaforma ufficiale, altrisguardialtrimondi.it, per l’omaggio a Valentina Pedicini, regista e sceneggiatrice pugliese di grandissimo talento, prematuramente scomparsa lo scorso novembre. Pedicini esordisce al cinema nel 2009 proprio con un cortometraggio dal titolo ‘Mio sovversivo amore’ per poi conquistare il pubblico e la critica con film di forte impatto emozionale e visivo come ‘My Marlboro City’, ‘Dal profondo’, ‘Dove cadono le ombre’, presentato alle Giornate degli autori di Venezia nel 2017, e ‘Faith’, vincitore di prestigiosi premi internazionali. Gli studenti dedicano un tributo alla regista con la visione del suo cortometraggio Era ieri, delicata storia autobiografica che racconta di amori adolescenziali e introduce con forte intensità i temi trattati dalla rassegna.

“Questo piccolo film è dedicato a me stessa bambina, alla me stessa presente, a tutte le Giò che ho conosciuto nella mia vita, a quelle che non ho mai incontrato, a quelle che sono ancora in Puglia a correre su una spiaggia, a quelle che arriveranno a prendersi la loro fetta di mondo” (Valentina Pedicini). Segue la visione di corti legati alla parola ‘Corpi’. Tra i titoli disponibili nella prima giornata, I’m not defeated di Fiorius prodotto da Eurocash, Under the skin di Elena Meneghetti, Corpo banale di Splendore.  Nei due giorni successivi si concentrano le visioni di cortometraggi di fiction e animazione che hanno per tema ‘Sogni’ e ‘Identità’: sabato 6 marzo sono in programma Pepitas di Alessandro Sampaoli, Il pianeta dei calzini spaiati di Emiliano Pepe, Birdlime di Evan DeRushie, Due piedi sinistri di Isabella Salvetti; mentre domenica 7, sempre dalle 18.30, è possibile vedere Hair Love di Matthew A. Cherry, Everett Downing Jr., Bruce W. Smith; In her shoes di Maria Iovine, Il Magnifico sette di Paolo Pisanelli e a chiudere il pluripremiato I hate pink di Margherita Ferri.  

Nella sezione Musica, a cura di Fuck Normality Festival, è possibile navigare tra le interviste di Any Other (Adele Altro), giovane e talentuosa cantautrice e polistrumentista veronese; del producer e dj Andrea Mangia, conosciuto anche come Populous e Mattia Barro, in arte Splendore, producer, performer e giornalista culturale e membro del collettivo Ivreatronic.  

Nella sezione Arti Visive, invece sono presenti le gallery con Videoconferenze dall’Altrove, a cura di Altrove Festival, 9 autoritratti realizzati utilizzando la funzione ‘sfondi’ delle piattaforme per la didattica online; DA DA DAD - Quello che non si vede, condotto da Big Sur, un progetto fotografico che ritrae e ‘mette in scena’ l’intimità dello spazio domestico e della postazione da cui i giovani seguono la didattica da casa; Sbam - Shake Brown Amazing Mind, installazione sonora interattiva prodotta da atFest - Art & Technology Festival nata come output di un progetto volto a indagare la percezione di sé, del proprio corpo, della propria identità e dei propri sogni, Altriracconti a cura di Gianluca Rollo, una restituzione audiovisiva con una serie di interviste, realizzate in videochiamata, che mette al centro le voci e gli sguardi degli studenti e la loro visione sul mondo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La realtà dei giovani in Altrisguardi Altrimondi, rassegna online di cinema, musica e arti visive

LeccePrima è in caricamento