Il maltempo ribussa alle porte: allerta arancione per vento e gialla per piogge

Diramato un bollettino meteo della Protezione civile. Massima attenzione in Puglia. Solo pochi giorni fa, danni e allagamenti

LECCE – Torna il maltempo in Italia e anche la Puglia rischia di essere battuta di nuovo dalle piogge, ma, soprattutto, questa volta sferzata dal vento. Proprio sul fronte dei venti, il Centro funzionale decentrato della Protezione civile ha valutato, a partire dalla mezzanotte di domani, 28 ottobre, e per le successive 24-36 ore, di diramare un’allerta arancione. Massima attenzione, dunque, perché l’allerta sul vento riguarda tutta la regione, quindi anche il Salento, e lo stesso dicasi per  temporali e rischio idrogeologico. Anche se in quest’ultimo caso, l’allerta è “solo” gialla.

Vento su tutta l'Italia

Il bollettino inoltrato dalla Regione Puglia parla di “una profonda saccatura di origine atlantica sull’Europa occidentale” che “provoca un intenso flusso di correnti meridionali instabili sulla penisola italiana determinando piogge diffuse e persistenti al nord, in estensione al centro-sud, anche a carattere temporalesco, e un deciso aumento della ventilazione dai quadranti meridionali su tutto il territorio nazionale”.

Precipitazioni diffuse

“Si prevedono a partire dalle prime ore di domani 28 ottobre 2018 – prosegue la nota -, venti da forti a burrasca dai quadranti meridionali, con rinforzi di burrasca forte e mareggiate lungo le coste esposte. Precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Puglia meridionale, con quantitativi cumulati moderati o puntualmente elevati; da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sui restanti settori, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati”. “I fenomeni – conclude il dispaccio - saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I recenti danni

Tutto questo, a distanza di pochi giorni dalla “bomba d’acqua” che ha provocato danni ingenti nelle campagne e in molti centri. Fra i più colpiti, Galatina e dintorni. Mentre nella zona di Nardò, è tracimato il canale Asso. Il giorno precedente, era stata, invece, l’area del Capo di Leuca ad aver sofferto le paturnie di Giove Pluvio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio nella casa di riposo e il dato dei contagi in Puglia s'impenna

  • Duplice delitto, l’istinto omicida anche in ospedale e la nuova perizia sui bigliettini dell’orrore

  • Covid-19, balzo al 6,5 per cento dei nuovi infetti: sono 350 in Puglia

  • In centinaia ne “La Fabbrica”, piomba la polizia: locale chiuso cinque giorni

  • Salento controcorrente: il trend dell'epidemia frena. Metà dei ricoveri da fuori

  • Schianto sulla Nardò-Avetrana. Apecar contro pullman, muore un agricoltore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento