rotate-mobile
Mobilità Sostenibile Centro / Viale Michele de Pietro, 45

Abbassare il limite di velocità in città: un convegno rilancia la proposta

Sabato 16 settembre, su iniziativa del movimento "Lecce pedala", saranno fornite proposte per incrementare la sicurezza stradale. I promotori intendono offrire una visione che sia dalla parte dei più fragili

LECCE - Si terrà domani (sabato 16 settembre, a partire dalle 18:00), presso la biblioteca civica OgniBene (ex convento degli Agostiniani), il convegno organizzato dal movimento di cittadinanza attiva Lecce pedala in collaborazione con l'assessorato alla mobilità del Comune.

L'intento dell'iniziativa, programmata in concomitanza con la settimana europea della mobilità 2023, è quello di rilanciare la proposta relativa all'abbassamento del limite di velocità dei mezzi su strada, nel perimetro cittadino, da 50 a 30 chilometri orari. Nel corso dell'evento - dunque - si affronteranno i problemi della mobilità visti dalla parte dei più fragili.

Sarà presente Alfredo Giordani, coordinatore nazionale di Vivinstrada, rete che ha come obiettivo prioritario la sicurezza stradale; Andrea Colombo, consulente di Bologna Città 30, invece, illustrerà le fasi di attuazione del progetto che mira ad azzerare le morti sulle strade urbane, salvaguardare la salute dei cittadini e ridurre la congestione del traffico. Sono tutte legittime aspirazioni che si associano a quella di avere una città più silenziosa e spaziosa, con strade accessibili e sicure, dotate di nuove aree verdi e pedonali.

Il magistrato Alcide Maritati - anche lui presente - esporrà la problematica della sicurezza stradale sotto il profilo del quadro legislativo attuale. Un portavoce di Lecce pedala, inoltre, illustrerà le proposte riservate all’Amministrazione comunale, utili ad accelerare le tappe del percorso per realizzare il progetto Lecce città 30.

Secondo i dati diffusi dallo stesso movimento di cittadinanza, a Lecce si conterebbero oltre 71 auto ogni cento abitanti, a cui si sommano decine di migliaia di auto di pendolari e turisti. Un dato rilevante, che quantomeno fa riflettere sulla necessità di apportare la modifica normativa promossa nel convegno.

Nel corso dell’iniziativa, infine, è prevista la proiezione di un videomessaggio di Marco Scarponi, presidente della Fondazione “Michele Scarponi”, intitolata al campione di ciclismo morto a 37 anni nel 2017 in un incidente stradale, investito da un furgone mentre si allenava. Nel corso della serata saranno raccolte sottoscrizioni in favore della stessa Fondazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbassare il limite di velocità in città: un convegno rilancia la proposta

LeccePrima è in caricamento