Pec, due settimane per evitare sanzioni. Lecce tra i virtuosi

C'è tempo fino a martedì 29 novembre per comunicare all'Ufficio del registro delle imprese la posta elettronica certificata. Sono obbligare le imprese in forma di società. Ad oggi, Lecce sesta in Italia per adesioni

 

LECCE – C’è tempo fino a martedì 29 novembre per comunicare all’Ufficio del registro delle imprese la Pec, cioè il proprio indirizzo di posta elettronica certificata. Lo ricorda la Camera di commercio di Lecce con una nota. Dunque, entro le prossime due settimane, le imprese costituite in forma societaria dovranno essere in regola con il decreto legge 185/2008 (convertito, con modificazioni, nella legge 2/2009), per evitare le sanzioni.

Una recente circolare del ministero dello Sviluppo economico, datata 3 novembre 2011, ha chiarito che la Pec è obbligatoria per: società di capitali e di persone (comprese le società semplici); società cooperative; società in liquidazione; società estere che hanno in Italia una o più sedi secondarie.

Lecce appare, da questo punto di vista, fra le città più virtuose. Al 31 ottobre, infatti, su 23mila e 272 società iscritte alla Camera di commercio salentina, hanno eseguito l’obbligo 4mila e 897 imprese, ossia il 21 per cento. Dunque, la sesta in Italia. Guida la graduatoria Ferrara, con il 34,7 per cento e chiude Biella con il 10,4 per cento.

La domanda di iscrizione va presentata mediante la “Comunicazione Unica”, procedura esente da imposta di bollo e diritti di segreteria, salvo non sia accompagnata anche dall’iscrizione di altri atti o fatti. In alternativa alle normali modalità di predisposizione ed invio delle pratiche al Registro delle imprese (Comunica-Starweb e Comunica-Fedra), sul sito www.registroimprese.it è anche disponibile una procedura semplificata on line che consente di procedere all’adempimento in modo rapido.

La mancata comunicazione al registro imprese entro il 29 novembre 2011 comporterà l’applicazione di sanzioni amministrative nei confronti del legale rappresentante dell’impresa, che può variare da 206 euro a 2mila e 65 euro.

Per ulteriori approfondimenti, è possibile consultare i siti di Camera di commercio di Lecce (www.le.camcom.gov.it) e Registro delle imprese (www.registroimprese.it).

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Molteplici benefici per chi cammina in riva al mare

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Scu, droga a fiumi e spari nella notte: in 46 rischiano il processo

  • Fingono di scaricare birra appostati davanti ai “paninari”: militari catturano il ricercato

Torna su
LeccePrima è in caricamento