Mercoledì, 16 Giugno 2021
Politica

Ricerca e la formazione: l'università pubblica per una "nuova primavera"

La Conferenza dei rettori, contro i tagli pesanti e progressivi, ha promosso un'iniziativa in tutte le sedi accademiche per il 21 marzo

La sede del rettorato.

LECCE – Il ruolo della ricerca scientifica e dell’alta formazione sarà al centro di un’iniziativa nazionale promossa dalla Conferenza dei rettori delle università italiane.

L’appuntamento, fissato per il 21 marzo, ha ricevuto l’adesione del Comitato universitario di coordinamento della Puglia e vedrà lo svolgimento di un’iniziativa regionale comune oltre a quelle organizzate nelle diverse sedi accademiche.

L’organismo che riunisce i rettori intende quindi sensibilizzare l’opinione pubblica su quanto accaduto negli ultimi anni, a partire dai tagli lineari sin dal 2008. Secondo la Crui si è trattato di una “scelta politica trasversale che, in coincidenza con la drammatica crisi globale e l’adozione di una radicale riforma organizzativa, si è tradotta nella perdita di oltre 10mila posizioni di ruolo solo tra quelle per docenti e ricercatori, ovvero tagli superiori al 13 per cento del totale quando la media nel settore pubblico è stata ad oggi del 5”.

Questa premessa, associata alla mancanza di convinti investimenti, sia pubblici che privati, ha impedito di avviare percorsi di ricerca e di formazione, di investire in servizi per gli studenti, di ampliare la rete dell’internazionalizzazione. Tutto ciò ha significato l’impossibilità di “reclutare studiosi giovani e meritevoli, il congelamento delle carriere e delle opportunità di crescita professionale, una condizione retributiva che disincentiva i migliori a restare e allontana i giovani talenti e gli studiosi stranieri, l’indebolimento del già precario e fragile diritto allo studio che sta riducendo iscritti e laureati”.

Ecco allora che il 21 marzo vuole essere, per i promotori, l’inizio di una nuova primavera dell’università italiana nella convinzione che, nonostante tutto, la competitività dal punto di vista scientifico è rimasta di alto livello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricerca e la formazione: l'università pubblica per una "nuova primavera"

LeccePrima è in caricamento