Politica

A Porto Cesareo è stato approvato il primo Bilancio di previsione armonizzato

Il Comune cesarino da gennaio ha avviato la sperimentazione che è di rilievo: con questo nuovo tipo di contabilità, a regime per tutti dal 2015, fa paura a molte amministrazione. Con l’introduzione dei principi di competenza finanziaria e pulizia del Bilancio, infatti, si rischia il default

La statua di Manuela Arcuri

PORTO CESAREO - Il Comune di Porto Cesareo, uno dei 400 in Italia dove la sperimentazione è in atto, quest’oggi ha proceduto all’approvazione del Bilancio di previsione 2014. Il primo in regime di contabilità armonizzata.

Il Comune cesarino già dal primo gennaio scorso ha avviato quest’esperienza che è particolarmente rilevante, se si pensa che questo nuovo tipo di contabilità, a regime per tutti dal 2015, fa paura a molte amministrazione. Con l’introduzione dei principi di competenza finanziaria e pulizia del Bilancio, infatti, diversi rischiano il default.

Notevole lo sconto sul Patto di stabilità, sceso rispetto all’anno scorso di 547mila euro. Spending review, dunque, sulle voci di spesa, ma con un livello di servizi essenziali che secondo l’amministrazione è oggi pari a quello degli scorsi anni, e un’imposizione Tasi molto bassa.

Porto Cesareo è tra circa il 20 per cento dei Comuni Italiani ad aver esentato dalla Tasi l’abitazione principale e contiene una manovra Tari cha ha garantito una riduzione impositiva al 70 per cento delle utenze domestiche e della maggior parte delle categorie commerciali. Il bilancio contiene però anche un dato che non piace al territorio, quello sul Fondo di solidarietà: comporterà una traslazione di capacità contributiva di oltre 2 milioni e 800 mila euro, soldi che andranno a finire in altri Comuni sparsi in tutta Italia.

Sul Fondo di solidarietà negativo continua poi la battaglia partita nel 2013 dal Comune di Porto Cesareo e che ha coinvolto tutti quelli pugliesi. Proprio oggi è stata inviata una nota al Comune di Roburent e alle sedi Anci con la quale si tenta di riunire tutti i 298 comuni italiani interessati dal “mostro Fondo di solidarietà negativo”.

Il sindaco Salvatore Albano esprime “piena soddisfazione per l’approvazione del primo Bilancio di previsione sperimentale, risultato avuto principalmente grazie all’impegno profuso dall’ufficio ragioneria e dalle professionalità che hanno collaborato”.

“Attraverso questo Bilancio di Previsione vengono nuovamente soddisfatte le diverse necessità emerse – conclude -, soprattutto relativamente ai servizi essenziali, nonostante la riduzione delle risorse a disposizione che decresce ogni anno a causa delle misure penalizzanti nazionali”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Porto Cesareo è stato approvato il primo Bilancio di previsione armonizzato

LeccePrima è in caricamento