A Porto Cesareo un sindaco al 100 per cento

"Comitato Cambiare Rotta: segnali concreti per contrastare l'antipolitica e riaccendere la speranza"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Comitato Cambiare Rotta: segnali concreti per contrastare l'antipolitica e riaccendere la speranza!

Il candidato sindaco di "Cambiare Rotta", Francesco Schito: i problemi che affliggono Porto Cesareo sono troppo importanti e le priorità della prossima Amministrazione sono troppo numerose.
Per questo in caso di elezione chiederò l'aspettativa e mi dedicherò a tempo pieno all'attività di Sindaco. E per rispondere a chi non ne può più dei professionisti della politica mi impegno fin d'ora a destinare mensilmente una parte dell'attuale compenso del Sindaco e tutta l'indennità di fine mandato (circa 12.000 €) a un fondo sociale-culturale.

Un programma amministrativo partecipato che affronti criticità e valorizzi punti di forza, un dialogo costante con i cittadini e le categorie produttive, una lista civica di volti che interpretano il cambiamento, che hanno a cuore il futuro del proprio paese e non da ultimo un Sindaco presente tutta la settimana che si occupi in maniera esclusiva di amministrare Porto Cesareo: sono questi i punti di forza della proposta politica della lista civica che in questi giorni sta prendendo forma in seno al Comitato politico e culturale CAMBIARE ROTTA.

Un Comitato che sta procedendo a passi spediti nel definire la lista dei candidati che verrà resa pubblica prossimamente ma che ha già espresso il proprio candidato Sindaco attraverso primarie interne: Francesco Schito, Ufficiale di Marina.

Cambiare Rotta riunisce cittadini preparati, onesti e desiderosi di impegnarsi per il proprio paese accomunati dal desiderio di amministrare la cosa pubblica superando le vecchie divisioni politiche per cercare di sviluppare l'economia cesarina a favore di tutti i cittadini, nessuno escluso.

<< La decisione di prendere un periodo di aspettativa nel caso la nostra lista risultasse vincente è stata dettata dalla considerazione che Porto Cesareo necessita di una amministrazione presente e impegnata al 100% nel risolvere i numerosi problemi che frenano lo sviluppo. Non possiamo più permetterci di rimandare la soluzione di problematiche che non ci permettono di valorizzare al meglio la nostra economia basata sul turismo e sulla pesca, di avere un'offerta turistica non all'altezza delle esigenze dei turisti (basti pensare all'assenza di isole pedonali e di un piano traffico efficace), di non compiere il salto di qualità verso la nostra naturale vocazione ambientale prevedendo una soluzione all'annosa questione della mancanza di una rete fognaria nonostante da anni si sia realizzato il parco marino>> dichiara Schito.

Rete fognaria, turismo, piano traffico, sicurezza e decoro urbano, barriere architettoniche, tutela del paesaggio, pulizia del territorio e raccolta differenziata, trasparenza partecipata, ricerca per l'innovazione non saranno titoli vuoti ma oggetto di piani di azione per pianificare il rilancio del paese alla luce delle risorse a disposizione e senza condizionamenti di partiti politici o lobby affaristiche.

E anche la decisione di impegnarsi in caso di vittoria a devolvere mensilmente una parte dello stipendio di Sindaco e tutto il trattamento di fine rapporto (che nel caso di naturale durata amministrativa ammonterebbe a circa 12.000 €) a favore di iniziative sociali e culturali, a rendicontare ai cittadini ogni due mesi il proprio operato, sono segnali per dimostrare ai cittadini che la loro fiducia è ben riposta in quanto Cambiare Rotta è animata unicamente da buoni propositi e non persegue interessi personali o di rivalità.

<> conclude Schito.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento