Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica Viale Virgilio, 32

A sorpresa esentati dall'Irpef comunale i cittadini di Calimera

Vito Montinaro, assessore comunale al bilancio, ha presentato e fatto approvare una mozione che esenta l'addizionale per le fasce più deboli della popolazione sino a 10mila euro di reddito

CALIMERA - A sorpresa il Consiglio Comunale di Calimera nella tarda serata di venerdì ha approvato, su proposta dell'assessore al bilancio Vito Montinaro, una mozione in cui vengono completamente esentate dall'addizionale irpef comunale le fasce più deboli della popolazione sino a 10.000 di reddito. Tale proposta è passata con i soli voti della maggioranza (UDC - PDL), mentre la minoranza chiedeva aliquote progressive del 6 x mille per i redditi fino a 15.000 euro e dell'8 x mille per i redditi da 15.000 euro in su. Il consiglio comunale è stato sospeso a mezzanote e 15 dopo aver esaminato 9 dei 17 punti presenti nel corposo ordine del giorno, tra i quali risaltava l'approvazione del bilancio consuntivo 2011, il regolamento IMU ed appunto l'aumento dell'addizionale IRPEF.

Per quanto attiene il bilancio 2011 si è chiuso con attivo di euro 623 quindi in equilibrio. Dopo aver dato lettura della relazione, il conto consuntivo 2011 è stato approvato con 9 voti di maggioranza, 4 contrari ed un astenuto. Durante il resoconto l'assessore Montinaro ha delineato come si è rispettato il patto di stabilità e come si è giunto al risultato positivo. Particolare risalto si è dato alla lotta all'evasione recuperando nel corso dell'anno 2011 ICI arretrata per euro 60.000 e TARSU per euro 50.000. Non sono state neanche disattese le entrate da dividendi della Farmacia Comunale che ha portato nelle casse comunali 74.474 euro. Le previsioni sulle entrate da contributi e trasferimenti statali evidenziano spaventose riduzioni di notevole entità rispetto all'anno 2010, infatti nel 2011 si sono avuti minori trasferimenti per euro 219.666 e nell'anno in corso per euro 452.398.

Pertanto per mantenere gratuiti i servizi mensa, trasporto disabili, sostegno scolastico e centro anziani si sono dovute aumentare le aliquote IMU sulla prima casa dal 4 al 5,5 x mille, sulle seconde case dal 7,6 al 10,6 x mille e l'addizionale comunale irpef dal 6 all'8 x mille. Altro provvedimento importante è stato equiparare all'IMU sulla prima casa le abitazioni principali possedute da disabili ed anziani ricoverati in case di cura e quelle detenute da residenti all'estero. Il
bilancio previsionale 2012 sarà approvato entro fine mese in giunta e nella seconda decade di novembre approderà in consiglio comunale dove l'opposizione ha preannunciato battaglia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A sorpresa esentati dall'Irpef comunale i cittadini di Calimera

LeccePrima è in caricamento