Giovedì, 17 Giugno 2021
Politica

Accesso al mare per i disabili, Regione sprona i sindaci all'impegno

Quello di san Foca resta l'unico caso nazionale di spiaggia attrezzata per pazienti colpiti da sclerosi laterale amiotrofica

Una foto della spiaggia di San Foca all'epoca dei lavori.

SAN FOCA (Melendugno) – Per il terzo anno consecutivo quella di San Foca, marina di Melendugno, è l’unica località rivierasca di Italia attrezzata per consentire l'accesso al mare a persone affette da sclerosi laterale amiotrofica. Lo ha ricordato oggi l’assessore al Bilancio con delega al Demanio Marittimo, Raffaele Piemontese.

L’esponente della giunta regionale ha chiesto ai sindaci dei 67 comuni costieri di unirsi “nella battaglia per liberare e favorire gli accessi al mare per le persone con disabilità”. L’occasione per questo appello è venuta dalla dotazione di una spiaggia pubblica di Tranti di una pedana per disabili.

“Dobbiamo estendere questi buoni esempi – ha spiegato l’assessore regionale al Bilancio – per dare uno sviluppo civile agli obblighi previsti, anche quest’anno, nell’ordinanza balneare, come ci chiedono incessantemente di fare associazioni come ‘Orizzonti’ e l'Osservatorio sulle Barriere Architettoniche, nel caso di Trani, o l’Associazione persone pugliesi para-tetraplegiche che coopera con la Regione alla diffusione dei contenuti più avanzati dell’ordinanza balneare“.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accesso al mare per i disabili, Regione sprona i sindaci all'impegno

LeccePrima è in caricamento