Addio al vecchio inceneritore Saspi. Da lunedì parte la bonifica

Da domani prenderanno il via i lavori di risanamento nell’area dell’ex inceneritore. L’appuntamento è fissato nella mattinata. La struttura, attiva dal 1965 al 1989, è stato chiuso per le sopravvenute prescrizioni di legge

LECCE – Addio al vecchio Saspi con l’avvio, domani, della bonifica dell’area. È fissato per lunedì 23 aprile, alle ore 11, alla presenza del sindaco Paolo Perrone e dell’assessore alle politiche ambientali, Gianni Garrisi, l’inizio dei lavori di bonifica dell’ex Inceneritore, collocato in direzione di Brindisi, sull’uscita per Cavallino.

L’ex inceneritore è stato in attività nel periodo compreso tra il 1965 ed il 1989; l’impianto è stato poi chiuso per le sopravvenute prescrizioni legislative che non ammettevano deroghe all’adeguamento degli impianti preesistenti a particolari accorgimenti tecnici quali, ad esempio, la camera di post-combustione, al fine di contenere il tasso di inquinamento atmosferico. Fino ad oggi l’intero manufatto e tutta l’area circostante, trasformatasi in una vera e propria discarica a cielo aperto, hanno rappresentato un grave pericolo non solo per l’ambiente ma anche per la salute pubblica.

L’immensa struttura, un vero e proprio monumento all’incuria e alla superficialità che ha caratterizzato la gestione dei rifiuti negli anni ‘70, verrà finalmente, una volta per tutte, bonificata e resa pronta per un'altra destinazione d’uso, su iniziativa dell’assessorato alle politiche ambientali. Dopo la firma del contratto tra l’amministrazione comunale e l’Ati, costituita tra Trivelsonda S.r.l. di Squinzano e il Gruppo Csa S.p.A. di Rimini, si potrà dare il via ai lavori. Il vecchio impianto di incenerimento di rifiuti solidi urbani, finalmente, potrà guadagnarsi un nuovo e dignitoso futuro.

“È stato un impegno molto forte quello profuso da questa amministrazione nella riqualificazione delle aree degradate della città – ha commentato l’assessore Gianni  Garrisi – la partita in gioco contro la combustione dei rifiuti a favore di alternative pulite, rispettose di salute ed ambiente, è durissima, ma le molte vittorie ottenute contro tutti i ‘pronostici’ dimostrano che con la passione e l’intelligenza, sviluppando in profondità conoscenze, saperi e percorsi condivisi, si può puntare a un radicale miglioramento della qualità della vita in un ambiente sempre più sostenibilmente adeguato alle esigenze dei cittadini”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, aumentano i tamponi. Sono 611 i nuovi positivi e quindici i contagi nel Leccese

  • Dpcm, la protesta nasce pacifica in centro. Ma poi partono gli scontri

  • Virus, stabile l’andamento del contagio. Picco di 43 casi nel Salento

  • Il tir si ribalta col carico di frutta: ferito conducente, positivo all’alcol test

  • Il virus avanza in Puglia, Lopalco: “Si delinea uno scenario preoccupante”

  • Impatto micidiale, sette coinvolti: ragazza in codice rosso per dinamica

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento